menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sulle autostrade abruzzesi la campagna contro l'abbandono dei cani

#IoNonTiAbbandono sarà presente sui social e nelle aree di servizio. E Strade dei Parchi invita chiunque assistesse a una scena del genere a contattare le forze dell'ordine

Anche quest'anno, per evitare l'abbandono degli amici a quattro zampe, che si intensifica nel periodo estivo, Strada dei Parchi spa e la Lega nazionale per la difesa del cane si uniscono per sensibilizzare gli automobilisti e lanciare una campagna sui social e sulle autostrade A24 e A25. 

Ogni settimana, per due mesi, un nuovo amico a quattro zampe sarà protagonista e testimone del messaggio di informazione e sensibilizzazione che verrà diffuso sui canali social e media. Mentre in tutti i caselli verrà riproposta una nuova edizione della locandina che lo scorso anno ha trovato consensi unanimi e ha spopolato anche sul web.

“Quest’anno puntiamo a avviare una campagna che per dieci settimane, con immagini di volta in volta diverse ed originali, tenga alto per tutto il periodo estivo e dell’esodo il tema dell’abbandono degli animali sulle grandi arterie stradali e autostradali” fanno osservare i promotori della campagna. “La scelta di dieci testimonial diversi, dal meticcio al cane con pedigree sta lì a ricordare che il fenomeno dell’abbandono degli animali non tiene conto della razza e del valore dell’animale”.

Strada dei Parchi e la Lega Nazionale per la Difesa del Cane ricordano poi che abbandonare un cane o un animale domestico è anche un reato, come espressamente prevede l’articolo 727 del Codice Penale, che recita: “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro”. 

Chiunque assista a un episodio di questo genere ha il dovere di sporgere immediatamente denuncia alle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Locale) e, se possibile farlo in sicurezza, scattare una foto o registrare un piccolo filmato per acquisire il maggior numero di prove possibile a sostegno della denuncia. In ogni caso, prendere nota del numero di targa e del modello dell’auto, nonché del punto esatto in cui l’animale è stato abbandonato. È importante la collaborazione di tutti per arginare questo fenomeno e assicurare una punizione esemplare a chi commette azioni che, tra l’altro, mettono a rischio non solo la vita degli animali ma anche quella di altre persone che viaggiano sulle strade.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento