Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Biblioteche, il Comitato cittadino incontra Pupillo: a maggio si sbloccano lavori e progetti

Il presidente della Provincia ha rassicurato sul termine dell'intervento del primo lotto per la ex De Meis e sulla scelta delle proposte di partecipazione per la cittadella della Cultura nella ex caserma Bucciante

La ex biblioteca De Meis in piazza Templi Romani

Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti non abbassa l'attenzione sui progetti in itinere per la riqualificazione della città. In particolare, l'attenzione si sta concentrando sul recupero del primo lotto della ex biblioteca De Meis, in piazza Templi romani, a Chieti. Per sollecitare il completamento dei lavori, una delegazione del comitato ha incontrato il presidente della Provincia Mario Pupillo.

L'edificio, crollato a giugno di 14 anni fa, deve essere sottoposto a un primo intervento, iniziato ma ancora non terminato; inoltre, il secondo lotto prevede lavori per 300 mila euro.  

L’incontro con Pupillo è servito anche per avere ragguagli sullo stato delle attività della commissione giudicatrice del professionista vincitore della gara europea per la redazione dei progetti esecutivo e definitivo della nuova biblioteca De Meis, da realizzare nella Cittadella della Cultura nel complesso dell’ex ospedale militare (caserma Bucciante).

Alla riunione, insieme al presidente Pupillo, hanno partecipato, per la Provincia, l’assessore Chiara Zappalorto e l’architetto Francesco Faraone, funzionario responsabile edilizia area del chietino. Per il Comitato la delegazione era composta da Giampiero Perrotti, Cinzia Di Vincenzo, Doriano Donatangelo, Carmela Caiani, Nicoletta Di Francesco, Anna Vaccarella, Mirta Pesa, Antonella De Luca.

Al termine di un dettagliato esame della situazione, come raccontano i rappresentanti del Comitato in una nota, è emerso che il prossimo mese di maggio potrebbe rappresentare lo spartiacque tra un passato che per labirinti burocratici ha visto accumularsi ritardi superiori ai due anni per entrambi i progetti, e un futuro che si spera possa segnare un deciso cambio di tendenza.

Relativamente alla ex De Meis è stato infatti assicurato che ai primi di maggio saranno portati a termine i lavori del primo lotto (consolidamento e messa in sicurezza dell’intera struttura), che erano stati sospesi nel dicembre del 2017 (a due anni dall’apertura del cantiere nel dicembre del 2015), quando mancava sola da realizzare la pavimentazione dell’ampia terrazza all’aperto. La maggior somma occorrente (25 mila euro circa) è stata messa in bilancio e la ditta concessionaria, Costruzioni Generali s.c.a.r.l . di Guardiagrele,  è pronta a riprendere i lavori. 

Sempre a maggio si ritiene che, questa volta dopo una nuova gara, possa essere dato in appalto il secondo lotto riguardante opere da realizzare nei locali che non erano stati interessati dal crollo del 2005. I fondi occorrenti (150 mila ex Cipe, 150 mila regionali sono già disponibili). Occorre solo, per rimettere in moto le procedure, che venga firmata la relativa convenzione tra Provincia e Regione dopo che la pratica per mesi ha “viaggiato” tra i due enti. 

Infine, per quanto riguarda la progettazione definitiva ed esecutiva della nuova biblioteca che sorgerà nella ex Caserma Bucciante, mercoledì 6 marzo si è finalmente insediata la commissione giudicatrice delle 15 proposte di partecipazione pervenute da ogni parte d’Italia. L’insediamento è avvenuto con sei mesi di ritardo (che si sono aggiunti all’anno e mezzo in più del previsto occorso per indire il relativo banda di gara europeo) in quanto si sono avute una serie di rinunce da parte dei tecnici di volta in volta individuati. La commissione che si è messa all’opera è formata dall'ingegner Paolo Intorbida, dirigente settore V del Comune di Chieti (presidente), ingegner Guglielmo Palmieri, dirigente del Comune di Atessa, ingegner Franco Raulli, dirigente ai Lavori pubblici del Comune di Pratola Peligna. I professionisti si sono dati un programma di lavoro serrato (due sedute a settimana) per cui si ritiene che la scelta possa avvenire entro il prossimo mese di maggio.

Nel corso dell’incontro i rappresentanti del Comitato cittadino hanno sottolineato i risvolti negativi di tali ritardi su una progettualità che, nel suo complesso, mira a dare “ossigeno” e a favorire nuove opportunità di rilancio per la città e spazi culturali di alta qualità per la comunità. Per quanto riguarda la destinazione dell’edificio ex De Meis, si è fatto riferimento alla necessità di riprendere la progettazione partecipativa con i giovani per proseguire il loro attivo coinvolgimento per una funzione condivisa della struttura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteche, il Comitato cittadino incontra Pupillo: a maggio si sbloccano lavori e progetti

ChietiToday è in caricamento