menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Belvedere Ramelli alla villa comunale è ancora inagibile

La zona inagibile assieme alla biblioteca regionale da gennaio. CasaPound Italia attacca l'amministrazione, lo striscione: "Rivogliamo il belvedere Ramelli"

Il Belevedere Ramelli, la cosiddetta zona delle 'mattonelle rosse' alla villa comunale è inagibile ormai da oltre sei mesi, come il sottostante complesso bibliotecario dopo la forte ondata di maltempo del gennaio scorso.

CasaPound riporta l'attenzione sulla zona e nella notte è apparso uno striscione di protesta con la scritta "Rivogliamo il belvedere Ramelli", per sollecitare un intervento. "Siamo veramente stanchi - spiega Francesco Lapenna, responsabile di CasaPound Italia per la città di Chieti - di un'amministrazione che temporeggia senza fare assolutamente nulla di concreto per risolvere i problemi strutturali di parti vitali e pulsanti della città. È intollerabile che in tutta Chieti alta gli studenti non abbiano un posto dove poter studiare tranquillamente o consultare libri che non hanno la possibilità di acquistare ed è ancora più assurdo che un luogo di ritrovo e di gioco per i nostri bambini, caro a tutti, come il Belvedere Ramelli venga abbandonato da mesi senza che venga attuata nessuna misura di riqualificazione".

"La pavimentazione sta collassando con quel che resta della biblioteca ed è assurdo che nel Masterplan previsto dal governatore D'Alfonso non si trovino, per Chieti, fondi per attività culturali come il polo bibliotecario stanziando solamente poche migliaia di euro per il complesso della Civitella" si legge nella nota di CasaPound - che promette battaglia se non si arriverà a una soluzione in breve tempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento