Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Baruffa fra tifosi di calcio a 5, al Palasantafilomena arriva la polizia

L'allenatore della Ternana futsal racconta che i tifosi delle Az gold Women avrebbero strappato una bandiera e aggredito verbalmente alcuni tifosi umbri. Ma la società abruzzese ribatte: i rapporti sono tesi da tempo

Trasferta teatina movimentata per le ragazze delle Ternana Futsal, che ieri (domenica 20 gennaio) al Palasantafilomena hanno affrontato la Az Gold Women, capolista del girone B di serie A

Secondo quanto racconta il tecnico umbro Simone Pierini, una trentina di simpatizzanti delle ternane, fra i quali parenti e amici delle giocatrici, è arrivata a Chieti per assistere all’incontro. Ma ancora prima del fischio d’inizio il gruppo avrebbe ricevuto sugli spalti aggressioni verbali e persino qualche spintone.

Stando a Pierini, appena entrati al Palasantafilomena, alcuni tifosi delle Az Gold Women avrebbero strappato la bandiera rossoverde della Ternana Futsal esposta nella tribuna ospiti. Un racconto appesantito da un particolare raccontato dall’allenatore: i presunti aggressori sarebbero stati spalleggiati da un dirigente dell’Az Gold Women. Dopo aver distrutto la bandiera, i tifosi locali avrebbero minacciato il gruppo di ternani, arrivando a qualche spintone, almeno secondo la versione degli umbri. A quel punto qualcuno avrebbe chiamato la polizia, che poi avrebbee scortato le giocatrici negli spogliatoi e l’intero gruppo ternano fino al casello autostradale. La partita è finita con un’amara vittoria 4 a 1 per le padrone di casa.

Fatti incresciosi in parte confermati da quanto apparso nella serata di ieri sulla pagina Facebook della Az Gold Women. La società spiega di aver espressamente chiesto alla questura, come ogni volta, di mandare un paio di agenti di polizia per vigilare sulla tranquillità dell’incontro, una richiesta mai accolta. Ma si giustifica spiegando: “Non siamo tenuti a controllare chi viene a vedere la partita, ad avere tornelli al palazzetto né qualsiasi altra misura necessaria ad evitare problemi di ordine pubblico”. In più la società sottolinea di non conoscere personalmente tutti i tifosi e di poter solo stigmatizzare “in maniera chiara i comportamenti di alcuni di loro”, come già fatto.

Anche se pare che i rapporti con la Ternana futsal fossero già tesi. La dirigenza della Az Gold Women lamenta di aver ricevuto in passato un’accoglienza poco sportiva da parte della società umbra e rincara la dose scrivendo su Facebook di aver ricevuto “minacce di qualsiasi tipo in particolare da mister Pierini e da alti dirigenti della Ternana stessa”. “Ciò non giustifica nulla – si legge ancora – ma non si può dire che la Ternana abbia favorito sia all’andata che al ritorno il corretto svolgimento delle gare ed il mantenimento della calma da parte dei loro e dei nostri tifosi”. Entrambe le squadre si sono rivolte alla giustizia per far luce su una bruttissima pagina dello sport.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baruffa fra tifosi di calcio a 5, al Palasantafilomena arriva la polizia

ChietiToday è in caricamento