menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura per una imbarcazione che "pesca" un masso da oltre 10 quintali, intervento della guardia costiera di Ortona [FOTO]

Il peso del masso, portato a bordo, ha creato problemi di stabilità alla barca, che stava pescando a strascico, e abbassato il pescaggio della stessa

Paura per un'imbarcazione che mentre si trovava al largo del porto di Ortona ha "pescato" un masso dal peso di oltre 10 quintali.
Il peso del masso, portato a bordo, ha creato problemi di stabilità alla barca, che stava pescando a strascico, e abbassato il pescaggio della stessa.

Per questa ragione è stato chiesto l'intervento di assistenza alla guardia costiera di Ortona che ha riportato in porto la barca "Aquila" della marineria di Pescara che si trovava al largo, a circa 3 miglia dalla costa.

In seguito è stato chiesto l'intervento dei vigili del fuoco che hanno imbracato il masso e spostato sulla banchina. Adesso dovrà essere smaltito e quasi sicuramente verrà utilizzato per rinforzare le scogliere. 

Durante un'attività di pesca un peschereccio di Pescara ha preso un masso pesca a strascico, a circa 3 miglia dal porto di Ortona ha chiesto assistenza per il masso da oltre 10 quintali. Creava un problema di stabilità e si era abbassato il pescaggio, l'abbiamo fatto rientrare in porto e abbiamo chiesto l'intervento dei vigili del fuoco che hanno spostato il masso dalla barca alla banchina dopo averlo imbracato. 

È andata bene all’imbarcazione “Aquila”, peschereccio pescarese di circa 12 metri, sfortunato protagonista di un incidente al largo quantomeno insolito e soccorso da Capitaneria e vigili del fuoco. L'equipaggio  si è accorto di aver imbarcato un grosso masso durante le operazioni di pesca a strascico in cui era impegnato. Una volta tirate su le reti contenenti il prodotto pescato, il masso è finito sulla barca. Un botto tremendo, causato dall’enorme peso della roccia quantificato successivamente in 13 quintali. La barca ha subìto danni. C’era il rischio che il mezzo potesse imbarcare acqua, ma in realtà si è capito poco dopo l’incidente che il pericolo era stato scongiurato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento