Cronaca

Baciò una ragazzina, allenatore condannato a un anno e otto mesi

Ralph Costantini, 61 anni, residente a Silvi, conobbe online una 13enne, che poi incontrò a Chieti. Lui dichiara di averla baciata solo sulla fronte

Condannato a un anno e otto mesi per aver tentato di baciare, solo sulla fronte sostiene lui, una 13enne conosciuta online. L’allenatore di softball Ralph Costantini, originario di New York, ma residente a Silvi, ieri ha patteggiato al tribunale di Chieti, assistito dall’avvocato Marco Femminella. 

Secondo quanto ricostruito, l’uomo, oggi 61enne, avrebbe conosciuto la minorenne su Facebook. Dopo una serie di messaggi online, i due avrebbero preso accordi per incontrarsi in centro città, in corso Marrucino. Prima una passeggiata verso la villa comunale, poi, tornando indietro fino a piazza San Giustino, l’adulto per salutare la giovanissima l’avrebbe baciata sulla fronte. La ragazza, però, si sarebbe divincolata, temendo che lui volesse baciarla sulla bocca, raccontando tutto ai genitori una volta arrivata a casa

A quel punto scatta la denuncia e le indagini della procura permettono di trovare in casa dell’allenatore immagini pedopornografiche sul computer, su dvd e in una borsa. Particolari che hanno certamente pesato sulla condanna. L'uomo, però, continua a proclamarsi innocente, sostenendo di aver dato solo un bacio innocente alla giovanissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baciò una ragazzina, allenatore condannato a un anno e otto mesi

ChietiToday è in caricamento