menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non accetta la fine della relazione e continua a perseguitarla con messaggini e appostamenti: lei lo denuncia

Le indagini della polizia. L'uomo ritenuto responsabile di atti persecutori commessi in danno della ex compagna, una teatina di 40 anni

Lo aveva lasciato dopo un travagliato periodo di convivenza durato circa un anno, ma lui continuava imperterrito a contattare la ex compagna sui social network, via e-mail e per telefono nonostante la donna si fosse già rivolta alla Questura di Chieti ottenendo un ammonimento nei suoi confronti, lo scorso luglio.

E dopo un breve periodo di “tregua” l’uomo, un 42enne campano, è tornato alla carica fino a quando, questa mattina, il personale della sezione reati contro la persona ha eseguito un'ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima ed ai luoghi frequentati dalla stessa. Lei, una teatina di 40 anni, alla polizia ha raccontato che dal dicembre scorso, dopo aver deciso di interrompere definitivamente la relazione, lui continuava a perseguitarla con continui invii di e-mail e frequentando costantemente i luoghi solitamente frequentati dalla donna, contravvenendo anche al provvedimento emesso dalla polizia.

Ad agosto la donna ha presentato formale denuncia-querela: l’indagine condotta dagli uomini della Sezione Specializzata ha consentito di raccogliere quelle fonti di prova che hanno poi determinato l’emissione del provvedimento cautelare per atti persecutori emesso dal gip del tribunale di Chieti Luca De Ninis, a seguito delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Lucia Anna Campo. All'uomo è stato anche imposto il divieto di comunicazione con qualsiasi mezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento