menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atterra in Abruzzo con documenti falsi, arrestato dopo il volo da Malta

E' finito in carcere per possesso ed uso di documenti falsi utilizzati ai fini dell’espatrio 

Un trentenne originario del Sudan è stato arrestato ieri all’aeroporto d’Abruzzo per possesso ed uso di documenti falsi utilizzati ai fini dell’espatrio. 

La polizia di frontiera lo ha controllato dopo che questi era atterrato alle 16,30 con il volo partito da Malta, come titolare di protezione sussidiaria. Ma il titolo di viaggio dello stesso presentava delle anomalie: i dati riportati non corrispondevano alle caratteristiche fisiche del soggetto, inoltre il documento non aveva determinati elementi che ne garantivano la genuinità come la punzonatura con il laser del numero di passaporto.

Il passeggero aveva anche mostrato un permesso di soggiorno coincidente con quanto riportato nel passaporto, ma il numero identificativo non apparteneva a lui, bensì a una donna bengalese regolare residente in Sicilia. 

Alla fine, con l’aiuto di un’interprete in lingua araba, il ragazzo ha ammesso diverse generalità; dalle verifiche è poi emerso che non era mai stato controllato prima in Italia. È stato tratto in arresto e ora si trova nel carcere di Rebibbia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento