menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si finse una dottoressa per cercare di rapinare un uomo: arrestata con uno dei due complici

In manette sono finiti i cugini Lucia De Rosa, 43 anni, fermata a Fossacesia, e Sabatino Di Rocco, di Montesilvano, entrambi di origine rom. L'episodio è accaduto a Brecciarola il 2 agosto

Si era finta una dottoressa della Asl, cercando così di rapinare un uomo. Ma la donna è stata arrestata insieme a uno dei due complici. L’episodio è accaduto il 2 agosto scorso a Brecciarola e ora in manette sono finiti i cugini Lucia De Rosa, 43 anni, fermata a Fossacesia, e Sabatino Di Rocco, di Montesilvano (Pescara), entrambi di origine rom. I dettagli dell’operazione sono stati forniti questa mattina, in conferenza stampa, dal vice questore aggiunto Francesco Costantini, capo della squadra mobile di Chieti. 

Qualche settimana fa, la donna si era presentata come un medico a un uomo di 70 anni che stava svolgendo alcuni lavori su un terreno di sua proprietà. Gli disse che aveva il collo gonfio in alcuni punti e, con la scusa di controllare i linfonodi, riuscì a strappare la collana d’oro che l’agricoltore aveva al collo. Questi, però, riuscì a reagire con prontezza, riprendendosi il gioiello. 

A quel punto, fallito il colpo, il complice aggredì l’uomo con un tondino di ferro trovato a terra. Così, i due riuscirono a fuggire a bordo di un’auto, che venne però immortalata dalle immagini di sorveglianza di alcune telecamere. 

Dopo l'immediato intervento di una volante, i due cugini sono stati individuati grazie alla targa anteriore dell’auto, nonostante avessero cercato di coprire quella posteriore. Le indagini continuano: gli investigatori devono cercare di individuare la terza persona che ha partecipato alla tentata rapina. 

Le due ordinanze cautelari sono state emesse dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Chieti, su richiesta del pubblico ministero Giancarlo Ciani, che ha coordinato l’indagine. De Rosa e Di Rocco sono stati portati nel carcere di Madonna del Freddo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento