menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio alle consultazioni cartacee all'Archivio di Stato: arrivano i lettori microfilm

Li hanno donati i Mormoni: consentiranno agli utenti dell’Archivio teatino di consultare tutte le bobine microfilmate, già disponibili in istituto e finora mai visionate per mancanza di strumentazione

Continua il proficuo rapporto instaurato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo con Family Search e la comunità dei Mormoni che ha lavorato a una riproduzione a tappeto di tutta la documentazione di stato civile presente negli Archivi Italiani (di Stato e non).

Nei giorni scorsi l’Archivio di Stato di Chieti si è arricchito di tre lettori microfilm donati dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni. I lettori consentiranno agli utenti Chieti di consultare tutte le bobine microfilmate, già disponibili in istituto e finora mai visionate per mancanza di strumentazione. Gran parte delle bobine contiene la riproduzione delle registrazioni di Stato Civile di tutti i Comuni della provincia di Chieti, a partire dal 1809.

La consegna all’Archivio di Stato di Chieti è stata effettuata dal vescovo Andrea Salvatori della Comunità dei Mormoni di Pescara, Chieti, Teramo e dal direttore delle relazioni pubbliche del Palo di Roma Est della Chiesa Mormone Carmelo Persico al direttore dell’Archivio di Stato di Chieti Antonello de Berardinis e a Isabella Magno Persico, consulente di storia familiare di Family Search.

“L’apparecchiatura – sottolinea il direttore de Berardinis -  è a disposizione degli utenti e contribuirà a preservare la documentazione cartacea originale che non verrà più data in consultazione. Le ricerche di stato civile impegnano parecchio l’Archivio di Stato di Chieti per venire incontro alle richieste dei cittadini di origine italiana residenti all’estero che voglio riacquisire la cittadinanza italiana”.

L’Archivio 

L’Archivio di Stato di Chieti è in possesso dello Stato Civile dei Comuni della provincia dal 1809 (anno di costituzione dell'anagrafe con decreto napoleonico 1808) al 1899/1900 per i Comuni facenti parte all'odierno Tribunale di Lanciano e fino al 1930 per i Comuni facenti parte all'odierno Tribunale di Chieti. Possono essere richieste copie di atti di congiunti sia per fini genealogici che per cittadinanza dei cittadini italiani dell'America Latina. Gli interessati possono anche eseguire le ricerche in loco.

il Family Search creato dai Mormoni è liberamente consultabile sul sito www.antenatisan.beniculturali.it dove si torva lo Stato civile in possesso di tutti gli Archivi di Stato Italiani.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento