Cronaca

Non aprire link o allegati sospetti sulla mail: l'allarme della polizia postale

Sempre più diffuso il virus Cryptlocker, che infetta i pc solo con un clic e cripta tutti i documenti contenuti

Sempre più facile, per chi naviga sul web, incappare in tentativi di truffa o phising. Ecco perché la polizia postale e delle comunicazioni Abruzzo mette in allerta gli utenti sui comportamenti da non adottare. 

Il più rischioso, attualmente, è il virus Cryptolocker. Viene inviato attraverso un messaggio con indicazioni su presunte spedizioni, che contiene un link o un allegato, spesso in formato .pdf o .zip, a nome di istituti di credito, aziende, enti, gestori o fornitori di servizi. 

Per infettare il proprio pc è sufficiente cliccare: in questo modo il virus entra nel computer e cripta il contenuto della memoria, senza risparmiare nemmeno eventuali dispositivi collegati in rete. 

Nonostante gli sforzi investigativi abbiano già consentito di individuare individui e gruppi, italiani e stranieri, impegnati nell'organizzare e realizzare queste campagne fraudolente, la diffusione del fenomeno ha indotto gli inquirenti ad aumentare le misure di prevenzione. 

Una volta che il virus entra nel pc, i criminali informatici chiedono agli utenti, per riaprire i file e rientrare in possesso dei documenti, il pagamento di alcune centinaia di euro in bitcoin (moneta virtuale). Solo in questo modo inviano via mail un programma per la decriptazione che consente di ricominciare a usare il pc.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non aprire link o allegati sospetti sulla mail: l'allarme della polizia postale

ChietiToday è in caricamento