menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agricoltura, la Cia a sostegno dei giovani imprenditori

A Fossacesia la presentazione dei risultati di un progetto di formazione gratuito

Qualità, tipicità ed eccellenza, obiettivi da raggiungere attraverso adeguate azioni di formazione e supporto, che evitino la moria di start up che caratterizza anche il mondo agricolo. Ai giovani imprenditori agricoli è stato indirizzato il progetto di formazione promosso da Ministero delle politiche agricole e Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) portato a termine dalla Agenzia formativa CIPAT Abruzzo, istituto della Confederazione Italiana Agricoltori CIA , aggiudicataria del progetto nazionale Lotto 7 finanziato da Ismea e Mipaf sulla misura “Promozione dello spirito e della Cultura d’Impresa".

I risultati del progetto sono stati presentati lunedì a Palazzo Dei Priori di Fossacesia con un seminario tematico sul tema “Multifunzionalità, Formazione, Reti di Impresa: fattori di successo e strumenti fondamentali per innovare e competere”.

L’appuntamento ha visto la presenza di Roberto Furlotti, direttore Cipat Abruzzo e coordinatore unico del progetto, Matteo Ansanelli direttore nazionale Agia (Associazione giovani imprenditori agricoli di Cia), Alfonso Ottaviano direttore Cia Chieti Pescara e Salvatore Borruto segretario regionale Agia Calabria. A moderare il seminario è stato il presidente regionale Cia Mauro Di Zio, mentre le conclusioni sono state affidate a Maria Pirrone presidente nazionale Agia. Infine ha portato il saluto istituzionale il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio che ha annunciato come proprio il Palazzo dei Priori, sede dell’incontro, ospiterà, a breve, una Vetrina del gusto, allestita dal Comune e dedicata alle tipicità del territorio. 

L’incontro ha visto anche la presenza di una “Penisola del Gusto “attraverso la quale i diversi imprenditori presenti all’evento hanno illustrato le caratteristiche dei loro prodotti, del loro territorio di appartenenza e delle strategie che saranno attuate per “comunicare al meglio” le loro peculiarità aziendali con annessi laboratori di degustazione.

Nella fase pomeridiana è stata prevista, invece, una tavola rotonda alla presenza dei dirigenti delle organizzazioni che operano nel settore oltre a giornalisti e blogger per dibattere proprio “sui fattori e le strategie da attuare al fine di garantire il successo alle imprese giovani”. 
Il progetto ha visto la partecipazione gratuita di 74 giovani imprenditori agricoli under 40 (39 uomini e 35 donne). Ci sono stati 6 corsi che si sono svolti a Pescara, Vasto, Teramo, Sulmona e Campobasso. L’iniziativa ha avuto come obiettivo non solo attività di formazione ma ha anche sviluppato importanti azioni di sistema quali la consulenza di impresa e la creazione di reti di filiera. 

“Abbiamo provato – ha detto Furlotti - a dare risposte concrete alle nuove sfide ed ai nuovi impegni che nel nuovo sessennio di programmazione europea attendono i giovani imprenditori delle due regioni interessate. Obiettivo centrale, dunque, del progetto è stato proprio quello di consolidare e sviluppare metodologie ed iter formativi che hanno consentito , ai diversi beneficiari, di acquisire competenze chiave, ampliare la partecipazione al mercato del lavoro e sostenere la crescita del PIL regionale oltre a favorire ed incentivare la promozione dello spirito e della cultura di impresa fra i giovani, che operano in agricoltura”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento