Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Atti sessuali su una minore: in manette professore di Chieti

L'arrestato è un 59enne che insegna in un'altra provincia: l'uomo avrebbe più volte avuto contatti fisici e mostrato le parti intime a una minorenne, durante lezioni private

Un uomo residente a Chieti, P.S., 59 anni, insegnante in una scuola superiore di Pescara, è stato tratto in arresto ieri dalla Squadra Mobile con la pesante accusa di aver compiuto atti sessuali su una sua alunna, minore di quattordici anni.

L’indagine era partita da una segnalazione da parte del Consultorio familiare di Chieti cui si erano rivolti i genitori della minore, raccontando delle “insane attenzioni rivolte dall’insegnante alla loro bambina durante alcune lezioni private, anche con contatti fisici ed esibizione di parti intime”.

L’arrestato, che era un amico di famiglia, a seguito delle difficoltà riscontrate durante lo scorso anno scolastico, mesi fa si era offerto di impartire lezioni private alla ragazzina. Una disponibilità che alla luce dei fatti vien da pensare fosse precostituita e volta soltanto a creare occasioni per rimanere da solo con la minore. Come riferiscono gli agenti della Mobile che hanno effettuato l’arresto, l’insegnante inizialmente svolgeva le lezioni a casa della minore, poi avrebbe deciso di spostarle nella sua abitazione, dove sarebbero avvenuti gli abusi.

Abusi che si sarebbero ripetuti più volte fino a quando la ragazzina, compreso che le attenzioni del professore e amico di famiglia erano tutt’altro che manifestazioni di amicizia, ha raccontato tutto ai genitori, i quali, dopo aver interrotto ogni contatto con l’uomo, hanno avvertito le forze dell’ordine e il Consultorio.

Su P.S. ieri è stato emesso un ordine di custodia cautelare dal gip del tribunale di Chieti, la dottoressa Redaelli, l'uomo è stato sottoposto al regime di arresti domiciliari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti sessuali su una minore: in manette professore di Chieti

ChietiToday è in caricamento