menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandona l'auto sul luogo del furto con i documenti dentro: identificato e arrestato

F.M., 36 anni, di Pescara, ha cercato di rubare in una ditta per autoricambi fallita, con i sigilli del tribunale e ha agito dopo un sopralluogo. Ma il custode lo ha notato e ha chiamato i carabinieri

Pensava di poter rubare indisturbato in un magazzino di autoricambi di una ditta, in quanto la stessa era fallita e vi erano stati apposti i sigilli da parte del tribunale di Chieti. Aveva già fatto un breve sopralluogo nel pomeriggio ed era stato notato da alcuni operai che avevano riferito al custode dell’immobile l’aggirarsi di una autovettura rossa nei pressi del capannone. 

Nella serata di lunedì, ha deciso di mettere in atto il colpo e, dopo aver scassinato una delle saracinesche, si è introdotto nel magazzino e ha fatto razzia di scatole contenenti ricambi per auto. 

Mentre cercava di caricarli nella sua macchina, quella rossa del pomeriggio, è stato disturbato dall’arrivo dei carabinieri della stazione di Francavilla al Mare, avvisati dal custode, e ha precipitosamente abbandonato macchina e refurtiva, sparendo nelle campagne intorno. 

Ma nell’auto ha lasciato i documenti che hanno permesso ai militari di identificarlo immediatamente e di effettuare ricerche mirate nelle immediate vicinanze. Lo hanno rintracciato poco dopo mentre, con i vestiti strappati e numerosi graffi sul corpo, cercava di mimetizzarsi con i passanti nei pressi della stazione ferroviaria. 

A quel punto per F.M., 36 anni, di Pescara, sono scattate le manette per furto aggravato. Su disposizione del pm Marika Ponziani è trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di Francavilla al Mare, in attesa della direttissima prevista per questa mattina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento