menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano intitola Palazzo degli Studi a Marcello De Cecco

L’omaggio all’economista frentano scomparso a marzo del 2016 con una cerimonia domenica 17 settembre

Lanciano dedica il palazzo degli Studi a Marcello De Cecco, l economista monetario di fama mondiale, scomparso lo scorso 3 marzo all’età di 77 anni.

 Formatosi al liceo Classico cittadino, che nella seconda metà del 900 era ospitato nell'attuale Palazzo degli Studi di corso Trento e Trieste, De Cecco partì da Lanciano per entrare nell'olimpo degli economisti monetari fin da giovane, per poi affermarsi come massimo esperto mondiale della storia del sistema gold standard.

“La sua è stata una carriera scientifica ai massimi livelli – ricorda il sindaco Mario Pupillo - animata da una visione tanto penetrante quanto pragmatica, refrattaria agli ideologismi della teoria economica. Aveva la qualità unica di saper cogliere in vicende istituzionali apparentemente minori le grandi linee che avrebbero caratterizzato l'evoluzione dei nostri sistemi economici. E come sanno bene i suoi colleghi di tutto il mondo, Marcello De Cecco era innanzitutto un lancianese: dovunque e con chiunque si trovasse, parlava di Lanciano con l'accento lancianese del suo inglese altrimenti perfetto. Nel giorno delle esequie a Roma, annunciammo che l'amministrazione comunale e la città tutta avrebbero reso concreto e tangibile il ricordo di questo grande figlio di Lanciano, che ha dato lustro e prestigio internazionale alla nostra comunità”.

Quel giorno è arrivato: domenica 17 settembre, nel giorno della nascita del professore, la città di Lanciano intitolerà a “Marcello De Cecco” il Palazzo degli Studi di Corso Trento e Trieste. La cerimonia inizierà alle ore 11 alla presenza della moglie e di tanti amici del professore, tra cui il Vicepresidente del CSM Giovanni Legnini.

 L'intitolazione si terrà all'interno di una due giorni di studi prestigiosa organizzata per sabato 16 e domenica 17 settembre dall'associazione culturale Marcello De Cecco (www.amdec.it), presieduta dall'economista dell'Università di Roma Mario Amendola e nata con l’obiettivo di mantenere vivo il ricordo e la lezione del Professore con un'opera di promozione e diffusione della conoscenza economica come fattore di crescita civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento