rotate-mobile
Cronaca

A Chieti presentato lu “Lunarjie 2014”

Quest'anno,in occasione del 26esimo anniversario dalla prima edizione, il calendario ha cambiato titolo, ”Lunario del Centro Adriatico - Calendarie Astrologgiche d'Abbruzze, Mulise ,Picene e Fuggiane”

Il 6 gennaio nella sala consiliare della Provincia di Chieti è stato presentato lu “Lunarjie 2014”, che ha avuto inizio come Lunario di Chieti, nel 1989, successivamente “Lu Lunarjje dell'Abbruzze, Mulise e de lu Picene”.

Quest' anno,in occasione del 26esimo anniversario dalla prima edizione, il calendario ha cambiato titolo, ”Lunario del Centro Adriatico - Calendarie Astrologgiche d'Abbruzze, Mulise ,Picene e Fuggiane”.

La fantasia di Ugo Iezzi, le vignette di “Passpartout” (Gianfranco Tartaglia) e i testi di Mario D’Alessandro, hanno contribuito a far apprezzare il calendario, rigidamente scritto in dialetto:

Molto apprezzate le massime “Tatòne dicéve” , “ lu ‘nduvenarelle” e “ la ricette”. Quest’anno si parla de “lu bbrudette “per abbracciare l’Abruzzo ,il Molise e scendere alla Puglia.

Con i punti fermi della cultura e della tradizione, il calendario guarda persino all’Europa, per riconsiderare tutta l’identità di un territorio e la costa dell’Adriatico.

Si sono alternati alla presentazione del calendario, il Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (F.N.S.I.) Giovanni Rossi, il Sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri con Delega all’Editoria on. Giovanni Legnini, il sindaco Umberto Di Primio, il presidente provinciale dell’AICS Valerio Cesarini, l’autore Ugo Iezzi, il vignettista “Passpartout” (Gianfranco Tartaglia), il curatore dei testi Mario D’Allessandro, moderatore il Presidente di Arga Lazio Abruzzo Molise (Unaga-FNSI) Donato Fioriti.

Hanno rallegrato il pubblico presente con canti e musica, alcuni musicisti dell’Abruzzo ethno ensemble, orchestra popolare abruzzese.

La speranza è quella di valorizzare questo piatto “il brodetto” con un’unica ricetta, cancellando i campanilismi. In altri stati, vedi la Spagna, la paella che rappresenta il piatto tipico di Valencia, è promossa in tutto lo stato, con una sola ricetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chieti presentato lu “Lunarjie 2014”

ChietiToday è in caricamento