menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proroga della zona rossa nelle province di Chieti e Pescara? Marsilio: "Purtroppo i numeri sono ancora alti"

A Chieti il sindaco Ferrara in settimana ha già firmato un'ordinanza di 'rinforzo' valida fino al 7 marzo

L'ordinanza regionale che ha disposto la classificazione delle province di Chieti e Pescara in zona rossa scadrà il prossimo 27 febbraio, ma non ci sarebbero segnali che porterebbero in una direzione diversa. É quanto si evince anche dalle ultime dichiarazioni del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio:

"Purtroppo i numeri continuano ad essere alti. La pressione ospedaliera non solo non si allenta, anche negli ultimi giorni anche se non in maniera vorticosa anche se con un rallentamento, continuiamo ad avere crescita nel numero di persone ospedalizzate. Va detto con chiarezza. Questo è sempre stato principale parametro. Quando gli ospedali si riempiono non c'è solo un problema degli operatori e delle persone che si ammalano di Covid. Quando gli ospedali si riempiono siamo costretti a chiudere altre terapie e garantire solo le termodipendenti e le oncologiche e ridurre quindi il diritto salute di tutti gli altri cittadini. È per questo - ha spiegato Marsilio - che quando dobbiamo registrare una pressione del genere siamo chiamati a fare restrizioni che sono dolorose".

A Chieti il sindaco Ferrara in settimana ha già firmato un'ordinanza di 'rinforzo' in tal senso che proluga la didattica a distanza nelle scuole di competenza, sospende anche le attività nei nidi e nelle ludoteche e dispone ulteriori controlli nelle piazze e nei luoghi a 'rischio' assembramento fino al 7 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento