Attualità

Premiati i vincitori del contest artistico “La bellezza che (r)esiste"

Sono stati annunciati nel corso della seconda edizione del Festival delle cose belle, organizzato dal collettivo Aware

Sono stati annunciati nel corso della seconda edizione del Festival delle cose belle, che si è tenuto sabato 18 e domenica 19 gennaio, a Passolanciano, i vincitori del contest artistico “La bellezza che (r)esiste”, organizzato dal collettivo Aware.

Il festival ospitato nella Casa “Ta-pù”, è stato il sequel del primo evento tenutosi a giugno 2019, un nuovo momento di festa e incontro totalmente rinnovato nella forma e nei contenuti. Tra le attività del festival c’è stata anche la presentazione e premiazione delle opere pervenute nell’ambito del contest creativo “La bellezza che (r)esiste” per cinque ambiti artistici: Poesia, Disegno, Racconto, Pittura e Fotografia.

Le danze sono state aperte sabato nel tardo pomeriggio con le letture delle opere giunte per le categorie Poesia e Racconto. A seguire, c’è stato un piccolo “poetry slam”, ovvero un momento in cui chiunque volesse poteva prendere in mano il microfono e leggere brani ed estratti di poesie o racconti. Si sono intrecciate storie, voci e finestre sul mondo, saltellando dalle Ande boliviane alla bellezza di Tolstoj fino ad arrivare ad un macramé di parole provenienti da tutto il Sud America.

A colorare ogni frase hanno contribuito le foto provenienti dal contest appese alle pareti, le opere su tela di Carlo Di Camillo in arte Cadica e gli inframezzi musicali della coppia Rapino-Segato. Alla sera la pista da ballo s’è accesa dei ritmi caldi e frizzanti della band Torricellis e di N’Glaudio Wozap dell’etichetta abruzzese RPL Music, a cui ha fatto seguito il djset del duo Giraffeaux e Chainsaw.

Un girotondo di momenti diversi che si sono amalgamati alla perfezione tirando fuori il lato più creativo ed eclettico di ogni partecipante.

Domenica mattina, sono stati annunciati vincitori e vincitrici del contest di Aware, ai/alle quali verrà presto consegnata la maglietta della saxifraga rosa di Aware come premio. Ecco le opere premiate:

  • Per la categoria Fotografia: “Lo stupore di bambino di fronte alla bellezza della magia, la realtà al contrario!” di Martina Formaini
  • Per la categoria Poesia: “Bellezza e dannazione – il Sud Italia” di Susanna M. de Candia
  • Per la categoria Pittura: “Il poeta” di Carlo Di Camillo in arte Cadica
  • Per la categoria Racconto: “La Bellezza esiste e ci salverà” di Iana De Muro
  • Per la categoria Disegno: “Palma” di Carlo Bertolino

“La scelta è stata estremamente difficile, le opere che ci sono giunte sono state molte e di un livello artistico molto alto. Tra tutte abbiamo scelto quelle che crediamo meglio rappresentino la bellezza come stimolo e impulso sociale, un valore da condividere e su cui fondare le scelte di un’intera comunità”, dice Guglielmo Rapino, insieme a Desirèe Memme fondatore di Aware e membro della giuria del contest. “Su tutte le opere che ci sono giunte - prosegue - facciamo menzione della splendida poesia di Monica Pacchini 'La tua fata' e della fotografia di Linda Acunto 'La bellezza è perdersi nella Natura, abbandonarsi ad Essa, essere pronti a ricevereLa. Ritrovarsi nella Natura per poi rinascere a Nuova Vita'; tutte le opere saranno pubblicate nella nostra sezione “Bellezze” del nostro sito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiati i vincitori del contest artistico “La bellezza che (r)esiste"

ChietiToday è in caricamento