Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

Sconti, proroga locazione e riaperture progressive: l'impegno del tavolo del commercio cittadino

Tutte le associazioni di categoria hanno espresso la necessità di riattivare un contatto anche minimo con l'utenza, che manca da diverse settimane, viste le restrizioni previste dalla zona rossa

Buoni sconto, proroga delle locazioni e richiesta di riaperture progressive: sono le esigenze dei commercianti emerse nel tavolo organizzato dal Comune di Chieti, che è tornato a riunirsi stamani. Richieste su cui l'amministrazione, tramite il sindaco Diego Ferrara e l'assessore al Commercio Manuel Pantalone ha garantito in massimo impegno. 

All'incontro telematico hanno partecipato Marisa Tiberio per Confcommercio, Gianfranco Cesarone per il consorzio Chieti C’entro, Daniele Giangiulli per Confartigianato, Letizia Scastiglia per Cna, Lido Legnini, Marina De Marco e Maria Toschi per Confesercenti, Tommaso Rutolo per Aniac.

Tutte le associazioni di categoria hanno espresso la necessità di riattivare un contatto anche minimo con l'utenza, che manca da diverse settimane, viste le restrizioni previste dalla zona rossa. 

L'amministrazione, dal canto suo, ha proposto una nuova fidelizzazione della cittadinanza, attraverso una campagna che porti in primo luogo a comprare in città, godendone i benefici attraverso promozioni possibili solo nel territorio cittadino. L’idea è quella di una campagna di acquisti a prezzi scontati, fortificata da un bando a cui verrà chiamato a partecipare il più elevato numero di attività possibili, con l'obiettivo di riavvicinare i cittadini ai commercianti, qusto non appena le condizioni pandemiche lo consentiranno.

"Un altro effetto dell’emergenza sanitaria - commentano Ferrara e Pantalone - è quello di aver favorito il commercio online, allontanando chi acquista dal commercio di vicinato. Non possiamo permetterci che ciò accada, perché significherebbe la morte di decine di attività. Invece, la rinascita del commercio cittadino può essere da stimolo a un meccanismo di propensione al consumo venuto meno con la pandemia e che noi abbiamo in ogni modo favorito, ad esempio promuovendo un sostegno indiretto, attraverso le vendite, con i buoni di acquisto per le famiglie, spendibili solo nelle attività della città cosa che accadrà a breve, perché i buoni sono in erogazione. A tal proposito - aggiungono - faremo nostro l’input arrivatoci dalla Confesercenti, di chiedere alla Regione di tornare a consentire progressivamente le vendite, anche con controlli più rigidi, al posto di procrastinare la chiusura".

Al tavolo con la Cna si è parlato anche di vaccini e di tempi rapidi a tutela di tutte le categorie, ricordando anche quella del commercio alimentare, che ha lavorato incessantemente durante tutti questi mesi.

Altro tema importante sollevato dalla Confcommercio è il costo delle locazioni, un onere pesantissimo per chi non produce introiti in questi tempi. L’impegno da parte dell’amministrazione è quello di aprire un’interlocuzione con agenti immobiliari e Unione piccoli proprietari immobiliari per arrivare a una proroga dei canoni e, magari, a un calmieramento almeno finché la ripresa non sarà avviata, cosa che faremo quanto prima.

“Abbiamo colto anche questa occasione per manifestare la nostra vicinanza alla categoria in questo momento così difficile che ha posto la nostra realtà territoriale ancora in una situazione di maggiori restrizioni – dicono Ferrara e Pantalone - Siamo accanto a loro anche come partner istituzionale, per portare le istanze che ci provengono dalla filiera sia alla Regione, sia al Governo, comprendendo appieno le difficoltà che molti stanno vivendo e a cui abbiamo risposto e stiamo risponderemo con tante iniziative, di concerto anche con l’assessorato al Sociale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sconti, proroga locazione e riaperture progressive: l'impegno del tavolo del commercio cittadino

ChietiToday è in caricamento