Attualità

Stop a calcetto e sport amatoriali per il Covid, Codacons: "Pronti i ricorsi"

L'associazione chiede rimborsi in denaro per utenti altrimenti provvederà ai ricorsi per tutelare i consumatori aburuzzesi

 Lo stop al calcetto e agli altri sport amatoriali è stato inserito nel nuovo decreto del presidente del Coniglio Conte che vieta “gare, competizioni e attività connesse agli sport di contatto a caratteriale amatoriale“. 

Un provvedimento che per il Codacons avrà effetti anche sulle loro tasche dei cittadini. L’associazione per questo ha annunciato di essere pronta anche in Abruzzo alla guerra legale in favore dei consumatori.

“Lo stop agli sport amatoriali – spiega il Codacons - determinerà l’impossibilità di praticare tutta una serie di discipline spesso già pagate dai cittadini, attraverso ad esempio abbonamenti a campi sportivi, tessere di iscrizione alle strutture, corsi, lezioni. Soldi che dovranno essere restituiti agli utenti, non tramite voucher, ma ricorrendo ai rimborsi in denaro”.

Se il Governo non prevederà espressamente rimborsi in denaro in favore dei cittadini, il Codacons Abruzzo “si farà promotore di una valanga di ricorsi in regione per far ottenere ai consumatori i rimborsi delle spese sostenute per attività sportive che non potranno più praticare”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop a calcetto e sport amatoriali per il Covid, Codacons: "Pronti i ricorsi"

ChietiToday è in caricamento