rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità Lanciano

Lo scrittore lancianese Remo Rapino tra i cinque finalisti del Premio Campiello 2020

Un altro traguardo importante per "Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio", che è già stato selezionato tra le opere finaliste del Premio Strega

Dopo la giuria del Premio Strega, lo scrittore lancianese Remo Rapino conquista anche quella del Premio Campiello. 

Il suo "Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio" (ed. Minimum fax) è stato selezionato tra i cinque finalisti della 58esima edizione del prestigioso concorso letterario. Con lui, ci sono Patrizia Cavalli, Francesco Guccini, Sandro Frizziero e Ade Zeno.

I nomi sono stati diffusi ieri e hanno subito destato grande gioia e aspettativa nella sua città natale e in tuto l'Abruzzo. Il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, ha commentato: "Traguardi importanti e assolutamente meritati per lo scrittore di casa nostra di cui tutti andiamo orgogliosi. Grazie Remo, grazie a nome della città di Lanciano".

I finalisti del Premio Strega saranno annunciati tra una settimana, il 9 giugno, mentre il vincitore del Campiello si conoscerà in autunno. 

Tre anni fa, il riconoscimento è arrivato in Abruzzo, con la vittoria di Donatella Di Pietrantonio, premiata per "L'arminuta" nel 2017.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scrittore lancianese Remo Rapino tra i cinque finalisti del Premio Campiello 2020

ChietiToday è in caricamento