rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità

Nuovo macchinario nel reparto di Radioterapia oncologica: "A Chieti tempi di attesa azzerati"

L'annuncio della Asl: "Stop alle attese per i trattamenti radioterapici dei pazienti oncologici con l'entrata in funzione a pieno regime del secondo macchinario al SS. Annunziata"

La Asl annuncia l'entrata in funzione di un nuovo macchinario neI reparto di Radioterapia oncologica di Chieti grazie al quale i tempi di attesa per i trattamenti radioterapici dei pazienti oncologici si azzerano.

Il secondo macchinario Elekta Versa Hd HD si è aggiunto all’apparecchiatura Elekta Synergy e ha permesso il ritorno, dopo due anni, ai doppi turni lavorativi (8-14 e 14-20) su entrambi i macchinari di ultima generazione: in tal modo tutte le patologie oncologiche possono essere prese immediatamente in carico per l’inizio dei cicli di Radioterapia.

“Le patologie oncologiche sono tempo-dipendenti, e questi trattamenti rappresentano terapie salvavita - sottolinea il professor Domenico Genovesi, direttore dell’Unità operativa complessa di Radioterapia oncologica di Chieti - Per questa ragione era importante azzerare le liste di attesa e consentire ai pazienti di eseguire le terapie radianti con tempo zero rispetto alla prima visita. Queste tempistiche veloci ci consentono non solo di essere estremamente rapidi nell’esecuzione ma anche di allargare la platea di pazienti che possono essere presi in carico, unitamente alla migliore qualità possibile dei trattamenti radianti. L’impiego di tecniche di radioterapia ad intensità modulata (Imrt), radioterapia guidata dalleimmagini (Igrt), trattamenti di radioterapia stereotassica encefalica e corporea, tecniche di controllo costante  del movimento respiratorio durante le sedute di radioterapia garantiscono i migliori trattamenti possibili per tutti i pazienti. Inoltre, le nuove frontiere delle nuove conoscenze radiobiologiche, unitamente alla balistica sempre più precisa della moderna tecnologia,  grazie all’impiego di tecniche di fusione di Immagini diagnostiche, ci consentono di utilizzare cicli di radioterapia che hanno una durata molto più breve, dalle 5 sedute a 20 sedute in media, permettendo un minor numero di accessi del paziente al centro e nello stesso tempo un maggior turnover, con ulteriore impatto positivo sulle liste di attesa".

Anche la ridefinizione di un team di fisica sanitaria completamente dedicato alla radioterapia, diretto dal dottor Alessandro Di Siena, ha dato ulteriore velocità e solidità a tutta l'Unità operativa. Il reparto di Radioterapia oncologica dell'ospedale di Chieti è dotato di un day hospital interno al reparto, che permette di eseguire le terapie concomitanti farmacologiche alla radioterapia e l’utilizzo di tutti i nuovi farmaci a bersaglio molecolare ed immunoterapici.

"Un ringraziamento particolare all’azienda sanitaria Lanciano-Vasto-Chieti per gli investimenti sostenuti, che hanno permesso questo nuovo importante assetto e restituito maggior vigore a un centro a valenza universitaria - conclude Genovesi - impegnato anche sul fronte della ricerca. Un settore, quest'ultimo, che possiamo ora coltivare ancora meglio, e sappiamo quanto gli studi e la scienza siano importanti nel miglioramento continuo delle cure ai nostri pazienti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo macchinario nel reparto di Radioterapia oncologica: "A Chieti tempi di attesa azzerati"

ChietiToday è in caricamento