rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

200 studenti della scuola Antonelli imparano a stare in strada in sicurezza con il progetto dell'Aci Chieti

I ragazzi di nove classi di prima e seconda media si sono cimentate nel percorso didattico in sella alle loro biciclette per apprendere l'educazione stradale

Un circuito didattico all’aperto, con mini segnali verticali e orizzontali per riprodurre alcune situazioni critiche urbane reali ed educare i ragazzi di scuola secondaria di primo grado ad affrontarle con maggior sicurezza e nel pieno rispetto delle regole: è quello che l’Automobile Club Chieti propone ogni anno nelle scuole.

Quest’anno le giornate dedicate a questa simpatica, divertente e molto istruttiva iniziativa sono due. Infatti sono nove classi prime e seconde della scuola media Antonelli di Chieti, per un totale di circa 200 ragazzi, che si cimenteranno, in sella alle loro biciclette, in questo percorso didattico, predisposto appositamente per loro nella piazzale retrostante della propria scuola, ieri e oggi.

I ragazzi hanno partecipato in precedenza a un ciclo di lezioni di educazione stradale tenuto in aula dal direttore dell’Aci-Automobile Club Provinciale di Chieti, Roberto D’Antuono, imperniato oltre che sulla bicicletta, mezzo tradizionale di spostamento per i ragazzi, anche sui nuovi strumenti di micromobilità sostenibile, come i monopattini elettrici.

"La scuola è il luogo di studio e formazione per essere cittadini migliori. Sono sempre a favore di giornate significative come quella di oggi e domani", commenta Maria Assunta Michelangeli, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo n. 3 di Chieti.

"Il nostro istituto - aggiunge - ritiene che sia particolarmente importante educare i ragazzi al corretto comportamento in strada, dato che molti di loro già utilizzano la bicicletta e sono quindi tenuti, come tutti, al rispetto dei segnali e delle norme stradali".

"Come Aci, l’ente pubblico che da più di 100 anni rappresenta e tutela tutti gli automobilisti italiani - dice il presidente dell’Automobile Club Provinciale, Mario Aloè - dobbiamo e vogliamo fare ancora di più per contribuire a diffondere, soprattutto tra i più giovani, una mentalità e una cultura della mobilità che fa del rispetto delle regole e dei comportamenti responsabili il suo punto di forza”.

All’iniziativa ha partecipato attivamente anche l’autoscuola Orlandi, che è appena entrata a far parte del network nazionale di autoscuole a marchio “ACI-Ready2Go”.

Progetto Aci

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

200 studenti della scuola Antonelli imparano a stare in strada in sicurezza con il progetto dell'Aci Chieti

ChietiToday è in caricamento