rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità Francavilla al Mare

Il prefetto Della Cioppa sulla rissa a Francavilla: "I responsabili saranno presto assicurati alla giustizia"

La violenza scoppiata nel giorno di Ferragosto ha scosso la comunità francavillese e pone interrogativi riguardo a episodi che tendono a ripetersi, il prefetto: "Area sensibile sulla quale l'attenzione è sempre alta"

La violenta rissa scoppiata nel pomeriggio di Ferragosto a Francavilla al Mare è ancora impressa nella mente di tutti coloro che si sono trovati ad assistere.
Una violenza esplosa per motivi che definire futili è un eufemismo ma che traccia un quadro preoccupante del mondo dei giovanissimi, per la maggior parte minorenni i quali decidono di risolvere le dispute come se fossimo ancora nel far west.

E se nella disputa finisce qualche adulto, parliamo di persone sopra i 40-50 anni, non ci si fa scrupoli e si colpisce lo stesso. 

Come capitato nel giorno di Ferragosto al responsabile di uno stabilimento balneare. Diverse le donne scoppiate in lacrime di fronte a tale violenza. E allora ci si domanda se sia stato fatto tutto il possibile sul fronte della sicurezza e cosa si possa fare per prevenire episodi di questo tipo. L'abbiamo chiesto al prefetto della provincia di Chieti, Mario Della Cioppa.  

Il prefetto ricorda, per prima cosa, i 3 comitati per l'ordine e la sicurezza pubblica, risalenti allo scorso aprile, quando vennero definiti con questore e i comandanti provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza il piano straordinario di controllo del territorio da predisporre in provincia per la stagione estiva ma anche il quadro dei rinforzi da richiedere in tal senso. «Così come abbiamo già comunicato a suo tempo», sottolinea Della Cioppa, «dal 15 giugno e fino alla fine di agosto sono stati infatti assegnati 15 carabinieri, 5 finanzieri e dalle 2 alle 4 pattuglie dei reparti prevenzione crimine della polizia (quindi da 6 a 12 operatori in più) in più, per un totale quindi di 26/32  operatori delle forze di polizia per consentire la effettuazione di tali servizi. Fin da allora, individuammo le aree sensibili della costa ove predisporre questi servizi straordinari interforze e coordinati fra forze di polizia. Francavilla è una di queste aree sensibili (visto l'evidente aumento della popolazione nei mesi estivi e i numerosi eventi previsti, ndr) unitamente all'area Vastese e a Marina di Fossacesia, oltreché lo scalo di  Chieti».

Il prefetto poi prosegue: «Allertammo e incaricai tutti gli altri sindaci della costa di indicarci eventuali altre necessità in base alla evoluzione della presenza di persone sul proprio territorio, per rendere fluido il dispositivo e impiegarlo, rimodulandolo, a seconda delle esigenze. Ovviamente, servizi specifici mirati di ordine pubblico sono invece destinati a eventi e manifestazioni di rilievo come sono stati i vari concerti e le manifestazioni di ampio respiro, per i quali tutti sono predisposti di volta in volta specifici servizi di ordine pubblico da parte del questore, in collaborazione con l'Arma dei carabinieri, e monitorati dalle stesse forze di polizia e dai sindaci per essere portati all'analisi della prefettura in caso di ritenuta vulnerabilità e necessità di integrazione dei relativi piani di safety a cura della organizzazione. Il piano straordinario di controllo predisposto consiste nel dispiegamento di pattuglie specificatamente dedicate in più rispetto a quelle ordinariamente presenti h 24, con modalità operative stabilite dai vari comandi ma in maniera coordinata, nelle fasce orarie di maggiore sensibilità, come quelle serali, con l'obiettivo di vigilare sui luoghi di massimo affollamento, per prevenire situazioni come quella accaduta a Francavilla. Nell'area vastese la questura utilizza anche i reparti prevenzione crimine, l'Arma dei carabinieri si occupa degli altri siti suindicati dispiegando numerose pattuglie oltre quelle previste».

Poi Della Cioppa torna su Francavilla in relazione alla presenza dei carabinieri che dispongono di una Stazione (chiusa di notte) e non di una Compagnia: «Nello specifico a Francavilla al Mare vi è stato un potenziamento della locale Stazione con 4 militari in più rispetto alla pianta organica che è sempre stata completa, proprio per la strategica importanza della città. Detti militari saranno presenti fino a fine agosto e grazie a essi ogni forma di reato relativa a violenza urbana è stato immediatamente circoscritto grazie alla tempestività dell'intervento. L'Arma ha sempre dedicato particolare attenzione alla Stazione di Francavilla al Mare per questi motivi ed è particolarmente efficace nelle sue attività, specie in questo periodo in cui viene ulteriormente potenziata».

Infine fa il punto sulle indagini relativi alla rissa: «Con riferimento alla rissa avvenuta a Francavilla il giorno di Ferragosto, sono ancora in corso le indagini da parte dell'Arma ma posso dire che è scoppiata, come spesso accade in questi contesti, per futilissimi motivi e altrettanto posso dire che i responsabili saranno presto assicurati alla giustizia perché il fatto è stato già circoscritto. La stazione carabinieri è aperta al pubblico ogni giorno dalle 8 alle 22 perché dopo quell'ora si predilige la presenza fisica sul territorio che è vigilato dalle pattuglie della suddetta stazione, con i rinforzi dedicati di cui sopra in piena sinergia con la radiomobile di Chieti». 

Così conclude il prefetto: «Ricordo altresì che i servizi a Vasto, ora ricalibrati per le esigenze legate alla stagione estiva, erano in atto fin dal mese di gennaio scorso, soprattutto con moduli operativi di impatto visivo, mediante una duplice azione, sia sul territorio, finalizzato a intercettare materialmente malintenzionati interessati ad atti di predoneria in quel territorio, provenienti soprattutto dal sud di Vasto, che di intelligence, con la costituzione della task force sulle infiltrazioni criminali, da me fortemente voluto, che è nel pieno lavoro e che a breve produrrà risultati di cui daremo conto, nel pieno rispetto degli obiettivi che la prefettura, in piena sintonia con il questore e i comandanti di carabinieri e finanza, aveva fissato. A metà del mese di luglio, abbiamo effettuato l'ultimo dei tre comitati a cui invitammo alcuni sindaci della costa, fra cui proprio quello di Francavilla, per raccordare l'azione delle forze di polizia con quello delle polizie locali che partecipano attivamente alle attività sinergiche portate avanti e ricalibrare l azione già in essere per renderla ancora più efficace per il mese di agosto e per il periodo ferragostano. Proprio questa grande azione sinergica ancora in atto ha consentito immediati e tempestivi interventi e consegnato una adeguata cornice di sicurezza generale in provincia, al netto di fisiologiche situazioni che si sono evidenziate, prontamente circoscritte dall'azione delle forze di polizia, che ringrazio per lo straordinario lavoro che fanno ogni giorno, insieme agli straordinari vigili del fuoco, impegnatissimi per assicurare tempestivi interventi di soccorso, come anche ieri da ultimo a Chieti avete avuto modo di verificare, e la guardia costiera, a mare, perché mentre tutti gli altri giustamente vanno in ferie, essi le riducono a pochi giorni per essere in grado di potenziare la loro attività sul territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto Della Cioppa sulla rissa a Francavilla: "I responsabili saranno presto assicurati alla giustizia"

ChietiToday è in caricamento