Commemorazione dei defunti: obbligo di mascherina e accessi regolamentati al cimitero di Lanciano

La raccomandazione al buon senso del sindaco Pupillo e del presidente della società Anxam Colaiocco

Obbligo di mascherina, percorsi di ingresso e uscita separati e divieto di assembramenti. Sono gli obblighi previsti dall'ordinanza del sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, per disciplinare l'ingresso nel cimitero nei giorni da venerdì 30 a lunedì 2 novembre, in occasione della festività di Ognissanti e della commemorazione dei defunti. 

I cimiteri comunali saranno aperti dalle 8 alle 17, con accesso e uscita separati da percorsi adeguatamente distanziati. L'accesso sarà contingentato e regolato dal personale della società che gestisce i cimiteri, l'Anxam spa e dai volontari della Protezione Civile; è vietato creare assembramenti in prossimità dell'ingresso e dei chioschi di vendita dei fiori. Per accedere ai cimiteri, sarà obbligatorio indossare correttamente la mascherina chirurgica per coprire bocca e naso, igienizzare le mani con gli appositi erogatori che saranno a disposizione della cittadinanza e mantenere una distanza fisica di almeno 1 metro tra le persone all'interno dei cimiteri. 

"Raccomando a tutti - dice Pupillo - il rispetto di queste misure di buon senso e di fondamentale importanza per la nostra comunità in questo momento di forte ripresa del contagio. L'invito che rivolgo alla cittadinanza in occasione di questi giorni importanti per i nostri cari defunti e per ogni famiglia è quello di limitare il tempo di permanenza all'interno dei cimiteri per consentire a tutti un congruo momento di raccoglimento e di non concentrare le visite nella giornata di domenica 1° novembre".

“Al di là delle misure contenute nell’ordinanza – sottolinea Camillo Colaiocco, presidente di Anxam – rivolgiamo un accorato appello alla cittadinanza di affidarsi al comune senso civico, evitando di sostare a lungo all’interno del cimitero, e cercando di non concentrare le visite nella giornata di domenica 1° novembre, quando si prevede un maggior afflusso. Rispettiamo questa solenne festività e rendiamo il nostro sentito e doveroso omaggio ai nostri cari defunti – conclude Colaiocco – ma non dimentichiamo il momento delicato che stiamo vivendo, che ci impone una maggiore attenzione e sacrificio rispetto alle nostre consuete abitudini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento