Attualità

È nata la rete delle consulte giovanili d'Abruzzo: l'obiettivo è istituire la Consulta giovanile regionale

Ne fanno parte le realtà dei comuni di Ortona, Ripa Teatina, Vasto, Tornimparte (L'Aquila), Tortoreto (Teramo), Scoppito (L'Aquila)

È nata la rete delle consulte giovanili d'Abruzzo. L'hanno creata, con il manifesto del coordinamento regionale sottoscritto lo scorso 3 marzo, le Consulte Giovanili dei comuni di Ortona, Ripa Teatina, Vasto, Tornimparte (L'Aquila), Tortoreto (Teramo), Scoppito (L'Aquila).

L'obiettivo della rete, spiegano i promotori, è "consolidare una sinergia già esistente e fornire ulteriore stimolo al procedimento legislativo regionale circa l’istituzione della Consulta giovanile regionale”.

"Questa unione - aggiungono - rappresenta un ulteriore passo congiunto verso lo stesso obiettivo condiviso: avere un organo efficiente, rappresentativo e riconosciuto dalla Regione Abruzzo. La Rete delle Consulte opererà tramite congressi per poter garantire la partecipazione anche ad altre Consulte che vogliano unirsi a questo progetto, oltre che fornire uno strumento efficiente per il dialogo con la pubblica amministrazione

Oltre che promuovere un dialogo con la Regione per l'istituzione di una Consulta giovanile regionale, la rete mira a promuovere l'impegno dei più giovani nell'ambito delle politiche sociali, ambientali, imprenditoriali, culturali, sportive, turistiche e agricole della Regione Abruzzo; creare una rete di giovani che possa essere fonte di confronto, formazione, crescita e sostegno delle generazioni a venire; esprimere la propria opinione su provvedimenti regionali riguardanti le politiche giovanili, diritto allo studio, lavoro e welfare, impegnandosi a proporre le soluzioni che piu? rispecchiano le esigenze dei giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È nata la rete delle consulte giovanili d'Abruzzo: l'obiettivo è istituire la Consulta giovanile regionale

ChietiToday è in caricamento