Mascherine dalla Cina: regalo di Pasqua per i cittadini di Pizzoferrato

Mascherine gratis da Asia, Cina e Macao grazie all’intervento e al dono del “primo violino dell’Asia”

Mascherine gratis a Pizzoferrato dove, grazie ai fratelli Paolo e Alessandro Morena e a HouZeZhou, sono arrivati 700 dispositivi di protezione individuale donati dalla Cina e da Macao. Le mascherine sono  arrivate al Comune di Pizzoferrato dopo un lungo viaggio. La donazione complessiva ammonta a 2000 mascherine e le altre 1300 arriveranno nei prossimi giorni. Le mascherine donate saranno recapitate ad ogni famiglia prima di Pasqua.

Le confezioni con le mascherine destinate alle famiglie saranno preparate in Municipio dalla struttura comunale e poi consegnate casa per casa a tutti i nuclei familiari pizzoferratesi dai volontari delle associazioni che in questi giorni svolgono a turno anche la consegna della spesa a domicilio, sempre nel pieno rispetto delle direttive anti-contagio” spiega il sindaco Palmerino Fagnilli, “per Pasqua ogni pizzoferratese avrà la sua mascherina per proteggersi e proteggere il prossimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I musicisti Paolo Morena e HouZeZhou hanno ricoperto, come violinisti, ruoli di rilievo nelle grandi orchestre sinfoniche di Pechino e di Macao e in particolare Paolo Morena, cittadino onorario di Pizzoferrato, primo violino solista, è stato premiato come migliore artista occidentale in Asia ed è membro del prestigioso NCPA di Pechino (Gran Teatro per le Arti). Grazie a loro ed al fatto che rispettivamente si trovavano uno in Italia e l’altro in Asia è stato possibile intervenire a favore della popolazione di Pizzoferrato. Ora il sindaco ha emanato un’ordinanza circa l’uso obbligatorio da parte di tutti delle mascherine. “Finora – conclude Fagnilli - non era stato possibile poiché, non avendo i dispositivi, non se ne poteva ordinarne l’uso, ed era difficile, se non impossibile, reperirle, sia per la scarsità, sia per il costo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Il Comune di Atessa assume 5 impiegati a tempo indeterminato: bando e scadenza

  • Crea scompiglio e infastidisce i clienti in un bar a Chieti Scalo: arrestato 36enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento