rotate-mobile
Attualità

I lavoratori dello spettacolo tornano a sollecitare la Regione: “Maggiori investimenti per arte e cultura”

L’appello al presidente della Regione da parte di lavoratori e organismi dello spettacolo in Abruzzo

Nuovo appello del coordinamento LOrSa – Lavoratori e Organismi dello Spettacolo Abruzzo, nato nel marzo del 2020 in piena pandemia, per sollecitare la Regione Abruzzo a maggiori investimenti nel prossimo bilancio regionale verso l’arte e la cultura. 

“E’ il momento di credere nella cultura come potenziale risorsa nella ripresa post-Covid per rigenerare il benessere sociale ricostruendo relazioni, senso di comunità e partecipazione collettiva” affermano dal coordinamento, composto da 27 realtà indipendenti della scena regionale (compagnie, associazioni, società e singoli professionisti dello spettacolo) che si occpano di spettacolo da vivo, ma anche di formazione, produzione, teatro nel sociale, educazione nelle scuole e nelle università. 

“Un impegno che proprio la crisi pandemica ha rivelato come prezioso e imprescindibile – sottolineano – e che richiede politiche culturali ad ampio raggio sostenute da programmi di finanziamento adeguate e dirette”. 

In prossimità della discussione della legge di bilancio 2022, LOrSA dunque lancia un appello al presidente Marco Marsilio e a tutto il consiglio regionale “affinché la Regione Abruzzo si impegni ad aumentare il proprio investimento nel settore culturale e in particolare nel settore teatrale così come sta già avvenendo in numerose regioni italiane”. 

“Non si tratta solo di supportare realtà culturali e singoli operatori che sono stati tra quelli maggiormente colpiti dalla crisi innescata dall’emergenza Covid – aggiungono -  ma anche di offrire risposte certe e repentine ai bisogni delle comunità mettendo il comparto cultura in condizione di poter operare con progettualità efficaci e diffuse, valorizzando il suo ruolo.  Una scelta non solo finanziaria ma di visione, di prospettiva e di valori”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori dello spettacolo tornano a sollecitare la Regione: “Maggiori investimenti per arte e cultura”

ChietiToday è in caricamento