rotate-mobile
Attualità

Dalla Regione Abruzzo 120mila euro per il Jova Beach party di Vasto: è polemica

La Stazione Ornitologica Abruzzese: "Noi difendiamo la spiaggia dai rischi. Sulla tappa di Vasto faremo accessi agli atti a tappeto"


 "Centoventimila euro di fondi pubblici dalla Regione Abruzzo per il Jova Beach Party e per tombare un corso d'acqua a forte rischio idrogeologico a Vasto rendendolo calpestabile per far svolgere il concerto di un privato. Eppure Jovanotti insulta chi difende le spiagge invece di essere contento per la priorità ottenuta passando incredibilmente avanti a emergenze idriche, sociali sanitarie e ambientali: si sente incompreso?".

Parole che arrivano dalla Stazione Ornitologica Abruzzese secondo cui il cantante "è in evidente difficoltà davanti alle foto inequivocabili di cosa è stato fatto alla spiaggia e alle piante dunali a Fermo per il suo concerto".

In un comunicato stampa l'associaizione ambientalista rivendica l'importanza di difendere la spiaggia dai rischi idrogeologici e annuncia: "Sulla tappa di Vasto faremo accessi agli atti a tappeto per capire e nel caso agire".

"Oltre a Jovanotti, ma lì ci viene fortunatamente facile, proprio non riusciamo a capire le Istituzioni e gli organi di controllo che dovranno decidere sulla tappa di Vasto, a cui abbiamo mandato  assieme ad altre associazioni una diffida puntigliosa evidenziando quelle che ci appaiono come evidenti violazioni di legge, in primis la copertura di un corso d'acqua a forte rischio idrogeologico che in Abruzzo è vietata espressamente dalla norma. Non credono che toni e modi espressi in quel video necessitino, anche per il bene delle istituzioni stesse, di una profonda riflessione sull'appoggio quasi incondizionato dato finora al cantante?" conclude Massimo Pellegrini, presidente della Stazione Ornitologica Abruzzese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione Abruzzo 120mila euro per il Jova Beach party di Vasto: è polemica

ChietiToday è in caricamento