Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

I giornali non arrivano nelle aree interne: "Diritto leso e danno alle edicole"

Appello dell'Udc che chiede il sostegno di Governo e Regione

I centri interni dell'Abruzzo e della provincia di Chieti restano senza giornali e l'Udc, tramite il segretario regionale Enrico Di Giuseppantonio interviene chiedendo il sostegno di Governo e Regione.

“La mancata distribuzione dei quotidiani e delle riviste nei centri della Val di Sangro, così come in altre aree interne dell’Abruzzo, è un fatto grave. Privare della lettura di un giornale centri medi e piccoli della nostra regione non solo provoca un danno economico a chi gestisce le edicole di quelle località, ma non consente ai cittadini il diritto d’informars".

Come membro del Direttivo Anci Abruzzo (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) negli anni scorsi Di Giuseppantonio , insieme al presidente Luciano Lapenna, invitò i vari sindaci abruzzesi ad aderire all’intesa che sottoscrissero la Federazione Italiana Editori Giornali (Fieg) e l’Anci, tesa a favorire il rinnovamento del ruolo e della funzione delle edicole. Un'iniziativa con la quale si voleva limitare la chiusura delle edicole, rendendole dei centri di servizi al cittadino.

"La mancata distribuzione di giornali e riviste - afferma Di Giuseppantonio - rischia quindi di veder sfumare la riqualificazione delle edicole e priverà i cittadini della loro lettura, che rappresenta una informazione libera e attendibile”. L’Udc chiede anche un ulteriore sostegno economico da parte del Governo e della Regione per sostenere i titolari delle edicole, costretti a subire una profonda crisi economica.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giornali non arrivano nelle aree interne: "Diritto leso e danno alle edicole"

ChietiToday è in caricamento