menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'associazione Lory a colori dona mascherine e materiale per la Rianimazione all'ospedale di Vasto

Il reparto ha potuto completare un'ulteriore postazione in sicurezza per l’emergenza con, trapani per accesso intraosseo, sistema di prevenzione della trombosi venosa profonda e pompe a siring

Nuova donazione dell'associazione Lory a colori, dedicata alla memoria di Loredana Fornaro, in favore dell'ospedale di Vasto. 

Ieri, la onlus ha consegnato ai reparti di Rianimazione e Dialisi del San Pio dispositivi di protezione individuale e diversi strumenti per rafforzare le postazioni di Rianimazione. I materiali sono stati acqusitati grazie alla generosità di decine di persone, che hanno aderito alla raccolta fondi promossa sulla piattaforma Gofound e alla donazione dell'azienda Thor Sud spa con i suoi partner. 

Il materiale è stato consegnato alla presenza del responsabile dell'unità operativa di Rianimazione, Paola Acquarola, del direttore sanitario Francesca Tana, del coordinatore infermieristico del blocco operatorio e rianimazione Cosimo Pizzuto e dell'infermiera Nunzia Ricciardi.

Alla consegna hanno provveduto personalmente la presidente dell'associazione Monica Marinari e la volontaria Lilla Di Benedetto, che nei prossimi giorni saranno impegnate a consegnare altro materiale negli ospedali di Termoli e Teramo.

"Grazie a questa importante donazione, il reparto di Rianimazione ha potuto completare una ulteriore postazione in sicurezza per l’emergenza con, trapani per accesso intraosseo, sistema di prevenzione della trombosi venosa profonda e pompe a siringa”, sono le parole di ringraziamento dai sanitari intervenuti.

Un aiuto concreto reso dall'associazione Lory a Colori, che in questo periodo di isolamento ha continuato a stare vicino ai pazienti oncologici e ai loro familiari, prendendosi cura dei luoghi nei quali essi vengono assistiti. 

"La nostra associazione - ha spiegato la presidente Marinari - ha preso in carico la sensibilità che si è scatenata, a seguito dell’emergenza Covid-19 da parte delle persone e delle aziende che hanno donato, tenendo fede alla fiducia riposta in noi. È importante trovare uno spazio tra la solidarietà delle persone e il lavoro delle equipe mediche, creando così una catena di sensibilità che rafforza i legami tra diverse realtà e da valore all’operato di chi, ogni giorno tra i pazienti, si adopera per la salute e la lotta alle malattie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento