"Le pulci infestano animali e abitazioni": il sindaco di Rocca San Giovanni vieta di dare cibo ai randagi

L'ordinanza, firmata pochi giorni fa, ha una durata di 90 giorni, ma sta facendo discutere

Immagine di archivio

Pulci su un gatto vagante nel territorio di Rocca San Giovanni. Così, il sindaco vieta di alimentare i felini. 

È un'ordinanza destinata a far discutere quella firmata pochi giorni fa dal sindaco Giovanni Di Rito. 

In particolare, come spiegato nello stesso documento, si sono già rese necessarie operazioni di disinfestazioni private, all’interno ed esterno di abitazioni, e nelle aree pubbliche, proprio per il proliferare delle pulci. 

Dunque, per un periodo di 90 giorni a partire dal 4 settembre, ai cittadini è vietato "di alimentare i gatti vaganti con cibo di varia natura, anche facenti parte di colonie feline regolarmente censite dal Servizio Veterinario (U.O.C.) di Sanità Animale - Asl Lanciano Vasto Chieti".

Ma la decisione del sindaco non è piaciuta agli Animalisti volontari di Pescara, che hanno tacciato come illegale l'ordinanza. In particolare, lo accusano di non voler curare i gatti liberi e le colonie feline sul territorio, come è competenza del primo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento