Attualità

“Tempi lunghi per il trasferimento del Distretto Sanitario nei locali della stazione”, le perplessità del Comitato Chieti Scalo Noi

L'appello del comitato cittadino alla Asl e al neo sindaco Diego Ferrara: "Si adoperino per trovare al più presto una soluzione, perlomeno temporanea, che salvaguardi salute e dignità delle persone"

Dopo aver preso visione del dossier relativo al potenziale trasferimento del Distretto Sanitario di Base dello Scalo nei locali della stazione ferroviaria locali della stazione ferroviaria, il comitato cittadino ChietiScaloNoi continua a manifestarepreoccupazione per la situazione di stallo.

“Dalla suddetta documentazione – spiega il coordinatore Camillo Carapelle - si evince che nessuna soluzione definitiva è  stata ad oggi trovata e nulla si è deliberato in merito. Tuttavia continua ad essere fortissimo il disagio degli utenti dello scalo che, per poter ricevere le opportune prestazioni sanitarie, devono recarsi presso gli ambulatori del vecchio ospedale S.S. Annunziata. Precisiamo che al disagio legato allo spostamento sul colle si aggiunge quello relativo all'epidemia di Covid-19 che rende rischiosi gli assembramenti in luoghi chiusi affollati come gli ambulatori. Preme ricordare che la maggior parte dell'utenza è costituita da persone anziane molto spesso sole, con difficoltà motorie e a cui anche prendere un mezzo pubblico può risultare impossibile”.

Il comitato cittadino insiste affinché la Asl Chieti Lanciano Vasto, nella persona del direttore generale Thomas Schael assieme al neo sindaco Diego Ferrara, “si adoperi per trovare al più presto una soluzione, perlomeno temporanea, che salvaguardi salute e dignità delle persone. Ad essi chiediamo un incontro urgente per poterci confrontare in merito.

È impensabile – conclude - che dopo quasi un anno la parte della città di circa trentaquattromila abitanti non abbia ancora un Distretto Sanitario di Base”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tempi lunghi per il trasferimento del Distretto Sanitario nei locali della stazione”, le perplessità del Comitato Chieti Scalo Noi

ChietiToday è in caricamento