menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco Di Primio contro la riduzione dell'acqua a Chieti scalo: "Come ci laviamo le mani?"

Il primo cittadino di Chieti ha scritto una lettera all'Aca per contestare la decisione di ridurre la distribuzione idrica notturna

Non è andata giù la decisione al sindaco Umberto Di Primio la decisione presa da Aca sulla riduzione della distribuzione idrica notturna a Chieti scalo. L’azienda comprensoriale acquedottistica da ieri, giovedì 19 marzo,  ha previsto la riduzione di 45 l/s dalle ore 23 alle ore 6. 

"Tale scelta non è assolutamente accettabile oserei dire immotivata e irresponsabile - scrive Di Primio in una lettera indirizzata all'azienda -  soprattutto in questo momento particolare e d'emergenza sanitaria che vivono il Paese e quindi la mia città. Si chiede ai cittadini di osservare le norme dell'Istituto Superiore di Sanità che, quale prima regola, pone quella di lavarsi spesso le mani. Chiudendo l'acqua nelle case dei cittadini di Chieti Scalo, la parte più popolosa della città - continua Di Primio - impedite loro di poter osservare quella che è la prescrizione principale per evitare il diffondersi del coronavirus".

Tra i motivi che hanno spinto l'Aca ha prendere questa decisione c'è anche che "la maggior parte delle attività di ristorazione e commerciali sono chiuse". Una motivazione che non convince il primo cittadino di Chieti poichè "non può che essere altrettanto vero che oggi la disponibilità di acqua è maggiore rispetto a prima, nonostante la presenza nelle case di più persone per più ore al giorno. Vi diffido pertanto - conclude Di Primio - a non procedere alla annunciata manovra di riduzione. Ove non riteneste di aderire alla  richiesta, che formulo anche quale autorità sanitaria, a tutela della salute dei miei cittadini, ricorrerò alle Autorità competenti per garantire loro di potersi difendere anche attraverso il lavaggio delle mani dal Coronavirus".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento