Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Aumentano i posti per vaccinarsi, sul caso Astrazeneca la Asl rassicura: "Sempre fatto Pfizer ai giovani"

3mila nuovi slot riservati a persone fra 12 e 69 anni: l'invito a verificare sulla piattaforma Poste anche a chi è già prenotato, ma ha l'appuntamento tra diverse settimane

Tremila posti per la prenotazione del vaccino anti Covid in più, nelle prossime due settimane, in provincia di Chieti. Gli slot sono riservati alle persone di età compresa fra 12 e 69 anni. 

Lo comunica la Asl, che invita quanti non lo abbiano già fatto a prenotarsi. Un invito valido anche per chi ha già una prenotazione, magari tra diverse settimane: può cancellarla e trovarne un’altra più ravvicinata, perché, rassicura l'azienda sanitaria, la disponibilità è davvero ampia.

Il numero maggiore di posti a disposizione è stato spalmato su tutti i centri vaccinali, così da offrire le stesse possibilità a tutti i territori, mentre in alcuni, come Atessa e Ripa Teatina, domani (sabato 12 giugno) e domenica (13 giugno) saranno protagonisti i giovani, ai quali sono stati riservati slot speciali. 

Intanto, nella giornata di ieri (giovedì 10 giugno) sono state somministrate 3.500 dosi tra le quattro tipologie di vaccino disponibili. 

Intanto, in merito alle nuove polemiche sul vaccino AstraZeneca dopo la morte di una 18enne in Liguria per una trombosi, il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, sottolinea che "la nostra azienda ha sempre vaccinato i giovani con Pfizer come scelta prudenziale, al fine di prevenire possibili rischi. Ma è opportuno anche rassicurare le persone che hanno già ricevuto una dose di Astra Zeneca: la seconda non è stata messa in discussione dal Comitato tecnico scientifico, poiché i limitatissimi casi di trombosi che si sono verificati sono riferiti alla prima, e nessuno alla successiva. I richiami, quindi, vanno fatti in serenità, e guai a rinunciare per paure infondate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano i posti per vaccinarsi, sul caso Astrazeneca la Asl rassicura: "Sempre fatto Pfizer ai giovani"

ChietiToday è in caricamento