rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Attualità

A Chieti, Ortona e Francavilla è incubo smog: negli ultimi giorni la qualità dell'aria è scadente

Un'ondata di smog che ha Chieti è iniziata lo scorso 11 febbraio

Da giorni le centraline di rilevamento della qualità dell'aria presenti a Chieti, Ortona e Francavilla fanno registrare continui superamenti delle Pm 2,5, le polveri ultra sottili con una dimensione inferiore a 2,5 micron.

La qualità dell'aria come riporta l'Arta è scadente. Un'ondata di smog che ha Chieti è iniziata lo scorso 11 febbraio e che ha avuto il suo picco cinque giorni dopo con ben 44 microgrammi per metro cubo delle Pm 2,5, contro il valore limite annuale per la protezione della salute umana fissato dalla legge di 25 microgrammi per metro cubo.

Simile la situazione di Francavilla al Mare con la situazione è precipitata il 15 febbraio, quando la centralina ha registrato la cifra record e il giorno successivo.

Leggermente migliore la situazione a Ortona che però nei giorni clou è arrivata a registrare i 43 microgrammi per metro cubo delle Pm 2,5. 

L'aumento dello smog potrebbe essere dovuto al traffico delle auto con motori termici e alle caldaie per il riscaldamento domestico accese durante la stagione fredda al quale ha contribuito l'assenza di piogge e di vento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chieti, Ortona e Francavilla è incubo smog: negli ultimi giorni la qualità dell'aria è scadente

ChietiToday è in caricamento