rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità Vasto

No al cementificio di Punta Penna: il consiglio di Stato dà ragione al Comune di Vasto

Accolti gli appelli contro la società Escal e inerenti la realizzazione di un opificio industriale destinato alla produzione di leganti idraulici, cemento sfuso e insaccato

Nuova vittoria del Comune di Vasto contro il cementificio a Punta penna. Il Consiglio di Stato ha infatti accolto gli appelli promossi dall’ente contro la società Escal inerenti la realizzazione di un opificio industriale destinato alla produzione di leganti idraulici, cemento sfuso e insaccato. Il consiglio di Stato, accogliendo pienamente i motivi di impugnazione del Comune e ribaltando le conclusioni a cui era giunto il Tar di Pescara, ha ritenuto legittimo sia il parere negativo espresso dal comitato di gestione della riserva di Punta Aderci sulla valutazione di incidenza ambientale presentata dalla società Escal, sia il conseguente provvedimento conclusivo sfavorevole alla stessa società emanato dal commissario ad acta.

"Grazie all'avvocato Zaccaria e ai nostri legali per il grande lavoro svolto- dichiara il sindaco Francesco Menna -  in una battaglia condivisa da gran parte della comunità vastese e dalle associazioni ambientaliste. Continueremo ad agire in tutte le sedi per scongiurare la realizzazione del cementificio a ridosso della Via Verde Costa dei Trabocchi e della Riserva di Punta Aderci".

"Ancora una volta troviamo conferma in sede giudiziaria dell'operato del Comitato di Gestione - dichiara l'assessora all'Avvocatura comunale, Paola Cianci - presieduto all'epoca dalla sottoscritta. Il parere negativo era fondato ed oggi risulta sempre più determinante per respingere questo impianto estremamente dannoso per le bellezze naturalistiche delle nostre aree protette". 

"Si tratta di un importante risultato ottenuto dall’Amministrazione comunale - conclude l’assessore all’Ambiente Gabriele Barisano-al fine di tutelare la Riserva nella cui fascia di rispetto la società Escal intende aprire questo stabilimento che può avere effetti negativi sull'ambiente e sulle persone. Grazie alle associazioni ambientaliste che insieme a noi non si sono mai arrese".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al cementificio di Punta Penna: il consiglio di Stato dà ragione al Comune di Vasto

ChietiToday è in caricamento