Attualità

"Vaccinarsi è un dovere": i sindaci di Ali ci mettono la faccia impegnandosi a sottoporsi al vaccino anti Covid

L'invito ai cittadini a impegnarsi per uscire dalla fase critica della pandemia e farlo appena sarà possibile

"Vaccinarsi un dovere" è il motto della campagna dei sindaci italiani lanciata da Ali (Autonomie locali italiane) per invitare i cittadini a sottoporsi al vaccino contro il Covid 19. Proprio per questo, i primi cittadini ci metteranno la faccia, vaccinandosi appena sarà possibile, secondo la scala di priorità indicata dalle autorità sanitarie. 

"La responsabilità individuale - commenta in una nota il presidente di Ali Abruzzo, Giacomo Carnicelli - resta fondamentale per uscire da questa drammatica situazione, sanitaria ed economica, e noi ora abbiamo due carte da giocare: massimo rigore possibile in questi giorni di festa e vaccinazione di massa anti-Covid a partire da gennaio. Dipende da noi come e quando superare questo brutto momento, e che non siamo solo il Paese dei diritti, siamo anche il Paese dei doveri. Quando avremo la possibilità di immunizzarci, dobbiamo farlo per noi e per chi non potrà farlo per motivi di salute, come ad esempio gli immunodepressi".

"Una pronta e rapida vaccinazione collettiva - aggiunge - permetterà al nostro Paese di uscire al più presto dall'emergenza sanitaria e, quindi, concentrarsi sulle tante emergenze di natura economica e sociale che questa terribile pandemia ha portato con sé. Inutile sottolineare che ogni tentennamento in questa fase darà alle altre Nazioni un vantaggio competitivo sull'Italia, l'esperienza cinese (unico Paese tra le grandi economie mondiali a chiudere il 2020 con una crescita economica avendo, di fatto, evitato una "seconda ondata") insegna. Vaccinarsi è un atto di responsabilità civile e i sindaci sono pronti a dare l'esempio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vaccinarsi è un dovere": i sindaci di Ali ci mettono la faccia impegnandosi a sottoporsi al vaccino anti Covid

ChietiToday è in caricamento