Attualità

"L'avviso per assumere gli infermieri precari è illegittimo": il sindacato Nursing up chiede l'annullamento

Contestata l'esclusione di chi matura i requisiti utili alla partecipazione entro il 2020, che perderebbe così la possibilità di assunzione, nonostante la legge abbia prorogato i termini

La Asl Lanciano Vasto Chieti pubblica un avviso a tempo indeterminato per l'assunzione degli infermieri precari, ma il sindacato Nursing up non ci sta, invia una diffida e accusa: "L'avviso non rispetta la legge". 

Tramite l'avvocato Florenzo Coletti, il sindacato scrive ad Asl, Regione, Prefettura e Ispettorato per la funzione pubblica, contestando il fatto che l'avviso non rispetterebbe la legge Madia così come modificata dal decreto milleproroghe, che proroga al 31 dicembre 2020 il termine triennale per la maturazione dei requisiti utili ad accedere alla stabilizzazione.

Dunque, dalla procedura resta così esclusa una gran fetta del personale infermieristico precario in servizio nella Asl, il che esporrebbe l'azienda a prevedibili ricorsi al tribunale amministrativo. 

La referente regionale di Nursing up, Patrizia Bianchi, tramite l'avvocato Coletti, chiede così di annullare l'avviso che risulta "lesivo delle aspettative legittime dell'intera categoria dei lavoratori interessati alla partecipazione alla procedura concorsuale".

Nel dettaglio, l'avviso prevede infatti che i candidati risultino in servizio a tempo determinato dopo il 28 maggio 2015, attingendo a una graduatoria formata dopo una procedura concorsuale ordinaria, per esami e/o titoli, e che abbiano maturato, alla data del 31 dicembre 2019, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi 8 anni, dunque dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2019 nella Asl Lanciano Vasto o in diverse amministrazioni del Servizio sanitario nazionale.

Ma è proprio quest'ultimo requisito a essere contestato dal sindacato Nursing up, in virtù della normativa vigente che ha prorogato il termine al 31 dicembre 2020. Dunque, resterebbero esclusi dalla possibilità di partecipare all'avviso, e di essere assunti, tutti i candidati che nel corso del 2020 maturerebbero i requisiti di anzianità di servizio utili, "in palese violazione - scrive l'avvocato Coletti - dei principi di imparzialità e di buon andamento della pubblica amministrazione e di accesso ai pubblici concorsi a parità di condizione". 

Ma c'è un altro punto contestato dal sindacato. L'avviso, infatti, prevede la stabilizzazione di 128 infermieri, 7 riferiti all'anno 2019 e i restanti 121 al 2020. Tuttavia, considerando il Piano triennale dei fabbisogni e il fatto che la graduatoria resterà valida per tutto l'anno in corso, "coloro che andranno a maturare i requisiti nel corso del presente anno - scrive ancora il legale di Nursing up - di fatto rimarranno esclusi dal processo di stabilizzazione, avendo l'azienda messo a concorso tutti i posti disponibili", e non fornendo garanzie per quelli del 2021.

Ecco perché Nursing up chiede che l'avviso venga revocato, per garantire i lavoratori che raggiungeranno i requisiti richiesti entro il 2020 e in modo da estendere la previsione di stabilizzazione a tutto il 2021. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'avviso per assumere gli infermieri precari è illegittimo": il sindacato Nursing up chiede l'annullamento

ChietiToday è in caricamento