rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Attualità Francavilla al Mare

L'appello del prof. Pasqualone alle istituzioni: "Celebriamo Filippo Masci nel centenario"

Lancia il suo appello alle istituzioni affinché non cada nel dimenticatoio il centenario della morte del filosofo francavillese

Un appello accorato, quello del critico d'arte e letterario Massimo Pasqualone che chiede alle istituzioni locali di non far cadere definitivamente nel dimenticatoio il centenario della morte del filosofo francavillese Filippo Masci, avvenuta a Napoli il 7 dicembre 1922.

"Mi rivolgo soprattutto alle istituzioni francavillesi - spiega il docente - dal momento che non è stato organizzato nulla per ricordare questo evento e mi rendo disponibile insieme ad altri esperti per organizzare degnamente il centenario di questo importante personaggio nato a Francavilla il 23 settembre 1844 e sepolto con la moglie Giuseppina Tattoni nella cappella che andrebbe valorizzata e che si trova nel cimitero di Francavilla, tenendo presente la portata non solo culturale, ma anche politica di Filippo Masci, docente universitario, filosofo, rettore dell'università di Napoli, senatore a vita, intellettuale di fama europea".

Filippo Masci nacque a Francavilla al Mare è stato un filosofo, politico, docente universitario e senatore del Regno italiano. La sua formazione è legata anche alla città di Chieti dove  frequentò quello che è oggi il liceo e convitto Vico. Qui successivamente ottenne la cattedra di filosofia.  Nel corso della sua carriera politica fu eletto deputato dal collegio di Ortona al Mare per la XIX legislatura (1895-1897) e fu un sostenitore di Gabriele D'Annunzio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello del prof. Pasqualone alle istituzioni: "Celebriamo Filippo Masci nel centenario"

ChietiToday è in caricamento