menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Abruzzo resta l'unica regione d'Italia in zona arancione, Marsilio: "Sono deluso, c'erano i numeri"

Il presidente della Regione si era mostrato ottimista visto il numero dei contagi in calo registrato negli ultimi giorni

L'Abruzzo resta l'unica regione in zona arancione, anche prima dell'entrata in vigore del decreto legge che classifica tutta Italia in zona rossa nei giorni prefestivi e festivi dal 24 dicembre al 6 gennaio. 

Si dice deluso il presidente della Regione Marco Marsilio, che si era mostrato ottimista visto il numero dei contagi in calo registrato negli ultimi giorni. 

"Più volte abbiamo argomentato i nostri dati con il ministero - spiega - ma ci siamo trovati di fronte questa insistenza a non voler fare i conti con la nostra realtà. Con il cambio di colore avremmo avuto tre giorni di respiro, consentendo un minimo di movimento. Siamo tra le cinque migliori regioni d'Italia per l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Regioni che hanno il triplo di occupazione di letti negli ospedali sono gialle o stanno diventando gialle. C'era la possibilità di andare a derogare sulla base dei nostri numeri per uscire dalla zona arancione". 

Invece, anche da lunedì 21 a mercoledì 23, quando tutte le altre regioni saranno in zona gialla, l'Abruzzo resterà con le limitazioni di quella arancione. Poi, dal 24 dicembre, si tornerà tutti in zona rossa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento