rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Sport Lanciano

Trapani Lanciano 1-0 | La Virtus cade e scivola in terza posizione

Per i siciliani segna Basso al 67'. Annullato un goal al Lanciano per un tocco di mano di Falcinelli. Gli abruzzesi ora sono terzi alle spalle di Empoli e Palermo

Trapani-Lanciano è stata decisamente una partita agitata, con i padroni di casa che alla fine sono riusciti a vendicare la sconfitta interna del 10 giugno 2012 che costò loro la mancata promozione in Serie B. Nel campionato cadetto, infatti, finì la Virtus, mentre i siciliani furono condannati a un altro anno di Purgatorio prima di riuscire, a loro volta, a salire. Ma oggi pomeriggio era tutta un'altra storia. 

IL MATCH - Al 6' c'è la prima occasione per il Trapani: Nizzetto si accentra e prova il sinistro, la palla si abbassa all'ultimo minuto e finisce di poco alta sopra la traversa. Brivido per il Lanciano. Due minuti più tardi, Buchel subisce fallo vicino all'area di rigore e il direttore di gara concede una punizione ai frentani. Sulla 'sparata' di Mammarella, Nordi si supera e devia in corner. Nulla di fatto dai successivi sviluppi. Al 17' Mammarella calcia un'altra punizione, ma la sfera termina direttamente tra le braccia dell'estremo difensore avversario. Al 40' tocca a Nizzetto battere una punizione: il suo destro dai 25 metri termina di poco a lato. 

SECONDO TEMPO - Nella ripresa le due squadre continuano a darsi battaglia. Al 52' il Trapani va vicino al goal: Mancosu scappa sulla destra, Ciaramitaro si inserisce centralmente e tira di prima, ma Sepe blocca a terra in due tempi. Al 67' i granata passano in vantaggio: azione dirompente della formazione di Boscaglia con un'accelerazione bruciante di Mancosu, arriva Basso e la mette dentro con un destro deciso. Esplode il Provinciale. Passano quattro minuti e il Lanciano pareggia, ma l'arbitro annulla: episodio decisamente da rivedere, con il pallone che entra in porta dopo un tocco di mano di Falcinelli. 

Mammarella viene espulso per proteste lasciando i suoi compagni in dieci. Al 75' Trapani ancora pericoloso con Mancosu vicino alla porta: Sepe salva. Finisce 1-0: un risultato che, di fatto, dà una mano al Palermo, ora secondo in classifica alle spalle dell'Empoli, mentre la compagine rossonera scivola in terza posizione.

TRAPANI (4-4-2) – Nordi, Garufo, Pagliarulo (C), Martinelli, Rizzato, Finocchio, Ciaramitaro, Pirrone, Nizzetto, Mancosu, Gambino. A disposizione: Marcone, Daì, Terlizzi, Basso, Caccetta, Madonia, Pacilli, Iunco, Abate. All. Boscaglia

LANCIANO (4-3-3) – Sepe; De Col, Troest, Amenta, Mammarella (C); Buchel, Minotti, Casarini; Di Cecco, Plasmati, Turchi. A disposizione: Ardità, Aquilanti, Nicolao, Scrosta, Vastola, Germano, Fofana, Falcinelli, Gatto. All. Baroni

RETI: Basso 67'

ARBITRO: Gianluca Aureliano di Bologna

ASSISTENTI: Simone Manzini di Verona e Stefano Liberti di Pisa

QUARTO UOMO: Maurizio Mariani di Aprilia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapani Lanciano 1-0 | La Virtus cade e scivola in terza posizione

ChietiToday è in caricamento