Sport

Se n'è andato il campione di baseball americano dal sangue abruzzese Lasorda: la sua Tollo gli dedicherà una strada

Aveva 93 anni e alle spalle una carriera piena di successi: non aveva mai dimenticato il paese d'origine del padre Sabatino

È scomparso giovedì (7 gennaio), all'età di 93 anni, Tommy Lasorda, campione americano di baseball e manager, con sangue abruzzese nelle vene: suo padre Sabatino, infatti, partì da Tollo per cercare fortuna nel nuovo continente, dove mise su famiglia. 

E proprio nella terra paterna lo sportivo tornò una quarantina di anni fa, portando il mito del baseball e dando impulso alla nascita di una squadra intitolata proprio a lui.

Tollo, dal canto suo, non lo ha mai dimenticato. Il sindaco Angelo Radica, in collaborazione con i dirigenti della squadra locale Baseball&softball Tollo, ha comunicato alcune iniziative per onorare la sua memoria. 

La prossima settimana, nella giornata di martedì o mercoledì, alle ore 21, ci sarà una diretta con la partecipazione dei dirigenti della squadra locale e di un dirigente nazionale della federazione. 

In più, al campione di origini tollesi saranno intitolati il campo da softball in via di realizzazione e una via del paese.

Nel corso della sua carriera, Tommy Lasorda ha vinto due volte, nel 1981 e nel 1988, le World series, che decretano la squadra campione della major league baseball. Nel 2000 guidò la nazionale statunitense di baseball alle Olimpiadi di Sydney, conquistando la medaglia d'oro nella finale cotro la Nazionale Cubana. Nel 1997 fu inserito nel National Baseball Hall of Fame and Museum. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se n'è andato il campione di baseball americano dal sangue abruzzese Lasorda: la sua Tollo gli dedicherà una strada

ChietiToday è in caricamento