Sport Lanciano

Lanciano-Padova 2-1 | De Vitis segna, Amenta risponde. E Paghera ci mette il sigillo

La Virtus chiude bene il 2012 vincendo in casa contro i veneti. Falcinelli sbaglia un calcio di rigore. Nella ripresa, al quarto d'ora, i biancoscudati passano in vantaggio, ma i frentani pareggiano quasi subito. Di Paghera il goal decisivo

Il Lanciano chiude bene il 2012 battendo in casa il Padova 2-1 nella prima giornata di ritorno (all'andata finì 1-1). Si torna in campo appena quattro giorni dopo la vittoriosa partita contro il Novara. Tra le fila avversarie ci sono due personaggi che hanno in qualche modo a che vedere con l'Abruzzo, e per la precisione con il Pescara: Luca Anania, portiere della formazione allenata da Zdenek Zeman la scorsa stagione che quest'anno è finito in Veneto nell'ambito dello scambio con Perin, e Franco Colomba, tecnico da poco subentrato a Pea che a novembre ha sfiorato la panchina biancazzurra dopo le dimissioni di Stroppa (alla fine in riva all'Adriatico è giunto Bergodi). 

IL MATCH - Al 3' gli ospiti in velocità dimostrano subito di essere una squadra molto temibile: contropiede di Cutolo, poi c'è Rispoli per il lancio sul secondo palo con un traversone sul quale Farias non arriva in tempo. All'8' Cutolo viene chiamato a battere una punizione: tiro rasoterra che si infrange sulla barriera. Due minuti più tardi si fa sotto ancora l’attaccante biancoscudato, servendo Farias al centro: Leali smanaccia e Volpe libera l’area. In questo primo frangente di gioco è il Padova a mettere paura, mentre la Virtus sembra un po' più dimessa.

E' il 17′ quando Cutolo tenta il sinistro dalla distanza: Leali si tuffa e para. Al 21' Anania non ha problemi a bloccare a terra una buona iniziativa di Turchi che la mette sul primo palo. Punizione-cross di Mammarella al 29': il pallone viene allontanato, Carletto insiste e costringe Piccinni a una pericolosa deviazione. Anania, però, afferra tranquillamente la sfera. Al 30' nuova opportunità per il Lanciano con un destro di Turchi che però si alza troppo nella parte finale e non centra la porta. Al 31' erroraccio di Vastola al rinvio: Leali, sempre grandioso, si distende sulla propria destra salvando un tiro di De Vitis. Al 34' Volpe crossa in area e Anania si ritrova il pallone in braccio.

LO SBAGLIO CLAMOROSO - Al 35' Pairetto concede un rigore al Lanciano: ammonito Anania per aver atterrato Di Cecco che stava andando a concludere. Dal dischetto va Falcinelli... palo!!! Clamoroso! Occasionissima fallita dal giocatore frentano, che becca in pieno il legno sinistro; Anania, comunque, aveva indovinato la traiettoria. Al 43' altro svarione difensivo, questa volta ad opera di Mammarella: Cutolo avanza per Rispoli che gira in porta e Leali ci mette un'altra volta una pezza.

ARRIVANO I GOAL - La svolta della partita si ha nella ripresa. Succede tutto nel giro di tre minuti: al quarto d'ora Cutolo batte una punizione che viene deviata in calcio d'angolo. Sui successivi sviluppi, De Vitis riesce a portare in vantaggio il Padova ribadendo in rete. E' 0-1. Ma non bisogna preoccuparsi: al 17', infatti, il Lanciano ha già pareggiato. Corner di Mammarella in favore di Amenta che, indisturbato, controlla bene e segna di sinistro il suo primo goal stagionale. E al 31' avviene ciò che non ti aspetti: i rossoneri ribaltano la situazione con un'azione combinata Turchi-Paghera. Il capitano imbecca bene il suo compagno (entrato da poco) che di testa beffa Anania: Lanciano-Padova 2-1. Nel finale è ancora Virtus: al 41' Falcinelli riceve un assist al bacio di Mammarella ma sfiora il palo, mentre al 44', su punizione, c'è una parabola di Mammarella, buttata in corner da Anania con i pugni. L'arbitro dice che può bastare: al termine di una rocambolesca rimonta, è il Lanciano ad aggiudicarsi meritatamente la gara. Ora ci si ferma per tre settimane. Intanto buon anno a tutti. 

VIRTUS LANCIANO (4-3-3) – Leali; Almici, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola, Minotti, Volpe; Di Cecco, Falcinelli, Turchi. A disp: Casadei, Scrosta, Rosania, Paghera, Fofana, Marceta, Pepe, Zeytulaev. All.: Gautieri

PADOVA (4-4-2) – Anania; Cionek, Legati, Trevisan, Piccinni; Rispoli, Ze Eduardo, De Vitis, Renzetti; Farias, Cutolo. A disp: Silvestri, Franco, Nwankwo, Jelenic, Raimondi, Feltscher, Acka. All.: Colomba

Arbitro: Pairetto di Nichelino

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano-Padova 2-1 | De Vitis segna, Amenta risponde. E Paghera ci mette il sigillo

ChietiToday è in caricamento