Sport Lanciano

Lanciano Bari 0-3 | Disfatta della Virtus, partita a senso unico

Dopo la beffa contro la Juve Stabia, i frentani rimediano una brutta sconfitta casalinga di fronte a un Bari nettamente superiore. Segnano Caputo (doppietta) e Sciaudone. La squadra di Gautieri continua il proprio digiuno di vittorie al Biondi

Dopo la beffa di sabato scorso, con la sconfitta in rimonta patita a Castellammare di Stabia negli ultimi 10 minuti di gioco, il Lanciano rimedia una brutta batosta tra le mura amiche e continua il proprio digiuno di vittorie al Biondi. Il tutto in favore di un Bari che proprio contro la Virtus ritrova i 3 punti. Finisce 0-3 per quella che, dispiace dirlo, è stata una partita a senso unico. Segnano Sciaudone e Caputo (per quest'ultimo una doppietta). La squadra di Torrente stacca proprio gli abruzzesi e raggiunge le 15 lunghezze.

IL MATCH - Gautieri deve fare a meno di Amenta, Almici e Scrosta: in difesa, l'allenatore frentano sceglie Bacchetti e Rosania. In attacco, Fofana parte dalla panchina. Il Bari risponde con il tridente formato da Caputo, Fedato e Galano. Pronti via, i galletti si fanno subito vedere al 4', quando Bellomo serve Caputo che di destro colpisce centrale senza impensierire Leali: il portierino, infatti, respinge con i pugni. Al 25′ i pugliesi si fanno pericolosi: Sciaudone lancia Caputo che si invola sulla sinistra e prova a battere Leali con un destro a giro; l'estremo difensore rossonero si tuffa e mette in salvo. Passa un minuto ed è Carletto Mammarella a dire la sua: il suo cross al centro è perfetto, peccato che non ci sia nessuno a raccogliere questo spunto.

Al 28′ Turchi viene steso da Ramizi (ammonito); sembra che il Lanciano possa svoltare, e invece la doccia fredda è in agguato: al 30' Leali rinvia di piede su Caputo, ma nulla può contro Sciaudone che approfitta di un errore della retroguardia locale e sigla l'1-0 per gli ospiti. Al 33′ è ancora Bari: gli avversari raddoppiano con Caputo, che riceve palla in profondità da Bellomo trafiggendo Leali in uscita. Il Lanciano è inesistente e nulla può, purtroppo, di fronte a un Bari nettamente superiore. Nel secondo tempo la Virtus scende in campo con un atteggiamento diverso, intenzionata a ridurre lo svantaggio, ma Gouano al 52' atterra Fedato: è calcio di rigore.

Sul dischetto va Caputo, che supera Leali nonostante quest'ultimo riesca a toccare il pallone. 7 minuti dopo Fedato sfiora anche il quarto centro, ed è chiaro che ci sia qualcosa che non va: la compagine del Gaucho, infatti, permette al Bari di arrivare al tiro con troppa facilità. E' il 62' quando Turchi chiama in causa Lamanna dal limite dell'area, ma non c'è nulla da fare. Vano anche il tentativo di Vastola, che al 75' ci prova di testa: la sfera finisce di poco a lato. Applausi per Mammarella che all'81' sventa il poker biancorosso: il giocatore, infatti, è bravo a salvare sulla linea quando Fedato ha ormai "sorvolato" Leali con il cucchiaio. Al 91′ Turchi fa il fenomeno con una bella rovesciata, ma Lamanna blocca senza problemi. Finisce come contro l'Empoli: 0-3. Con quella casella dei tre punti casalinghi che, impietosamente, continua ancora a essere vuota.

LANCIANO (4-3-3) - Leali; Aquilanti, Bacchetti (22' Gouano), Rosania, Mammarella; Vastola, Paghera, Volpe; Falcinelli (69' Fofana), Testardi (46' Falcone), Turchi. A disposizione: Casadei, Di Cecco, Pepe, Minotti. Allenatore: Carmine Gautieri

BARI (4-3-3) - Lamanna; Sabelli, Borghese, Claiton, Polenta; Sciaudone, Romizi, Bellomo (85' Ristovski); Fedato (89' Defendi), Caputo, Galano (67' Filkor). A disposizione: Pena, Altobello, Visconti, Grandolfo. Allenatore: Vincenzo Torrente.

Arbitro: La Penna di Roma

Marcatori: 30' Sciaudone, 34' e 52' rig. Caputo

Ammoniti: Sabelli (B), Fedato (B), Romizi (B), Claiton (B), Gouano (L), Sciaudone (B), Fofana (L), Aquilanti (L)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano Bari 0-3 | Disfatta della Virtus, partita a senso unico

ChietiToday è in caricamento