Sport

Grande prestazione del Chieti che cala il poker a Sambuceto (2-4)

Un successo che mette una seria ipoteca sulla vittoria finale del campionato

Il Chieti cala il poker al "Cittadella dello sport" di Sambuceto e rispedisce i viola a -9 in classifica. Una prova di forza dei neroverdi che mettono una seria ipoteca sulla vittoria finale del campionato contro la formazione dell’ex bomber teatino Lalli. Il Chieti arrivava alla sfida di Sambuceto dopo l’inaspettata sconfitta contro l’Acqua&Sapone Montesilvano che di fatto aveva riacceso le speranze dei viola in classifica. I neroverdi però lontani dalle mura amiche danno il meglio, anche a causa del terreno di gioco dell’Angelini che di certo non esalta le caratteristiche di Morales e compagni.

La cronaca tra Sambuceto e Chieti si apre subito: nei primi cinque minuti i neroverdi si fanno pericolosi due volte in avanti, prima con un bel sinistro di Delgado e poi con Ricci, al volo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma entrambe le conclusioni terminano fuori di poco. I padroni di casa al quarto d’ora si affacciano per la prima volta nella metà campo avversaria con Camporesi che di testa spedisce a lato una punizione dalla destra di Beniamino. Al 18’ il Chieti passa in vantaggio: Farindolini verticalizza per Miccichè, il fantasista neroverde fa da sponda per Rodia che tu per tu con De Deo non sbaglia per la rete dello 0-1. I padroni di casa vanno vicini al pareggio al 29’ con Lalli che non capitalizza un’occasione madornale dopo la respinta difettosa di Alonzi su tiro di Beniamino. Passano poco più di cinque minuti e il Chieti raddoppia: conclusione di Miccichè respinta dall’estremo difensore viola, la sfera termina sui piedi di Farindolini che calcia di precisione e infila la seconda rete di giornata. Nel finale Alonzi con un intervento di piede, nega la gioia del gol a Crisolo.

La ripresa si pre con il terzo gol del Chieti. Miccichè servito da Delgado realizza con un bel diagonale. I neroverdi dopo il terzo gol abbassano la guardia e al 25’st il Sambuceto accorcia le distanze: punizione dalla destra calciata da Beniamino e Legnini trasforma di testa da centro area. La gara si rianima con un paio di occasioni per parte fino alla rete del 1-4 firmata dal neo entrato Toro dopo un’azione da applausi di Rodia. Qualche scaramuccia fuori dal campo costa l’espulsione a Di Marco direttamente dalla panchina. Poco dopo c’è la standing ovation per Rodia, migliore in campo che lascia il posto a Cellucci. A un minuto dal termine Nardone con un tocco d’esterno sottomisura fissa il risultato sul 2-4 finale.

Il Chieti a quattro giornate dal termine sale a 62 punti, in seconda posizione c’è la sola Torrese a -6. 


TABELLINO
Sambuceto (4-2-3-1): De Deo 6,5, Camporesi 5,5 (55’ D’Antonio 6), D’Angelo 5,5, Legnini 6,5, D’Amico 6, Criscolo 6, Beniamino 6, Lalli 5,5, Selvallegra 5,5 (55’Gentile 6), Gelsi 5,5 (57’ Nardone 6,5), Rosati 6. A disp. Spinelli, Castropaolo, Pasqualone, Camperchioli, Di Stilio, Perrotta. All.: Savini
Chieti (4-3-3): Alonzi 6,5, Ricci 6, Di Lallo 6,5, Miccichè 7 (67’ Toro 6,5), Marfisi 6 (74’ Pacella 6,5), Farindolini 7,5, Delgado 6 (81’ Calvarese ng), Morales 6, Rodia 7,5 (85’ Cellucci ng), Ronzino 6, Marwan . A disp. Salvatore, Scutti, Di Marco, Di Ciccio, Tato. All.: Lucarelli 7
Arbitro. Di Carlo di Pescara (Miccoli – Mazzochetti)
Reti: 18’ Rodia (Ch); 38’ Farindolini (Ch); 7’st Miccichè (Ch); 25’st Legnini (Sa); 34’st Toro (Ch); 44’st Nardone (Sa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande prestazione del Chieti che cala il poker a Sambuceto (2-4)

ChietiToday è in caricamento