menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua e Sapone Came Dosson 2-4: nerazzurri scavalcati in testa alla classifica

I troppi errori nel finale di gara condannano gli uomini di Perez

L’AcquaeSapone Unigross cade in casa e cede il primato alla Came Dosson. Il 2 a 4 del PalaSantaFilomena premia la squadra di Rocha, organizzata e determinata oltre ogni aspettativa, ma punisce i nerazzurri, che vanno avanti fino all’intervallo, poi vengono ribaltati ad inizio ripresa e tornano in corsa prima dell’ultimo quarto. Quando cominciano a premere sull’acceleratore per trovare il gol del sorpasso, si fanno beccare spiazzati su una ripartenza dei veneti e vengono nuovamente scavalcati nel finale. Non basta l’inserimento di Jonas come portiere di movimento per tornare in parità. Anzi, all’ultimo secondo, la neocapolista trevigiana trova addirittura il poker, troppo severo per quello che si era visto sul parquet.

Ma il campo dice sempre la verità: la Came merita i tre punti, Lukaian e compagni devono approfittare per riflettere su quello che comincia a funzionare e quello che va ancora migliorato nel netto passaggio da una filosofia di futsal ad un’altra. E’ mancata un po’ di qualità nell’ultimo passaggio proprio nella fase in cui la squadra di Pérez avrebbe potuto mettere in cassaforte la vittoria.

Identici i gol di Jonas (4’ del primo tempo) e Bellomo (59’’ della ripresa): segnati dalla stessa posizione in diagonale, il primo con il destro, il secondo con il sinistro. Ad inizio ripresa, quindi, pareggiati i conti e tutto da rifare. Dopo 1’30’’ doppio miracolo di Morassi sui due tentativi di Lukaian: il portiere veneto salva i suoi. Ma al 7’07’’ frittata nerazzurra: palla persa di Bordignon in uscita, Alemao serve a Schiochet la più facile delle palle gol per il raddoppio ospite. Ora l’AeS deve addirittura rimontare, e lo fa subito: 8’11’ punizione dal limite, passaggio per Coco che la piazza all’incrocio. Continua a macinare la squadra di casa, che al 10’ va vicinissima al vantaggio con Lukaian: bomba di destro in diagonale, Bellomo salva sulla linea. Murilo e compagni giocano, la Came bassa davanti a Morassi si difende. Ma i nerazzurri commettono un altro errore: al 15’ da un laterale in attacco, Jonas calcia debolmente e la squadra è tutta in avanti, parte palla al piede Grippi che va a battere Mammarella. Poi tocca a Jonas portiere di movimento: Coco ha la palla del pari sulla linea e alza la traiettoria, poi De Oliveira sul secondo palo non aggancia. E alla fine Bellomo firma il poker che vale la vetta solitaria.

ACQUAESAPONE UNIGROSS – CAME DOSSON 2-4 (pt 1-0)
ACQUAESAPONE UNIGROSS: Mammarella, Bordignon, Murilo, Calderolli, Lukaian, De Oliveira, Bocao, Coco Wellington, Jonas, W. Rocha, Junior, Mambella. All. Pérez.
CAME DOSSON: Massafra, Belsito, Rangel, Bellomo, Crescenzo, Sviercoski, Alemao, Grippi, Schiochet, Rosso, Morassi. All. S. Rocha.
ARBITRI: Lamanuzzi (Molfetta), Vincenzo Caracozzi (Foggia), crono Di Nicola (Pescara).
MARCATORI: nel pt 3’52’’ Jonas (A); nel st 51’’ Bellomo (C), 7’07’’ Schiochet (C), 8’11’ Coco (A), 15’14’’ Grippi (C), 19’58’’ Bellomo (C).
NOTE: ammoniti Calderolli (A), Rangel (C), Crescenzo (C)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento