menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Telemedicina: la Regione approva le linee operative per il potenziamento

Dopo il superamento della fase sperimentale, si passerà a una logica strutturata di utilizzo dei servizi sanitari attraverso la telemedicina

La giunta regionale approva le linee operative per lo sviluppo dei servizi di telemedicina in Abruzzo, su proposta dell'assessore alla Salute Verì.

Il provvedimento adottato dalla Regione - alla cui stesura hanno partecipato medici, psicologi, rappresentanti delle professioni sanitarie, coordinati dall'Agenzia sanitaria regionale e dal Dipartimento regionale Sanità - introduce indicazioni omogenee per tutte le Asl abruzzesi uniformando modalità di prescrizione, accesso, erogazione e registrazione. 

"Nei mesi scorsi, nella fase acuta dell'emergenza Covid, erano state già introdotte modalità di ricorso alla telemedicina in materia di autismo, diabete e malattie rare, così da garantire la continuità assistenziale per i pazienti" sottolinea l'ente in una nota, aggiungendo che l'esperienza ha registrato riscontri positivi.

In un primo momento il servizio sarà rivolto a pazienti con patologie croniche, come il diabete; pazienti con malattia rara; pazienti con disturbi dello spettro autistico; pazienti afferenti all'area della salute mentale, con specifica attenzione all'infanzia e all'adolescenza; pazienti che necessitano di riabilitazione.

La scelta di utilizzare la televisita in alternativa alla visita tradizionale è effettuata dallo specialista, che dovrà anche valutare la disponibilità della necessaria tecnologia al domicilio del paziente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento