menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salute maschile e patologie urologiche: gli specialisti del SS. Annunziata incontrano i pazienti

Con il professor Luigi Schips e il dottor Francesco Berardinelli si parlerà, in un incontro aperto al pubblico, di incontinenza urinaria e disfunzione erettile, patologie che riguardano un numero elevato di uomini

Appuntamento il 15 novembre, all'hotel Dragonara in via Nenni a Sambuceto, per il primo incontro con gli specialisti urologi nell'ambito del programma di informazione e sensibilizzazione  “Uomo In - forma”, che punta a sensibilizzare il pubblico sulle tematiche della salute maschile e della prevenzione .

L'incontro, aperto al pubblico, sarà dedicato all’incontinenza urinaria e alla disfunzione erettile. Si parlerà di sfinteri urinari e di protesi peniene, innovazioni sulle quali l’ospedale “SS Annunziata” di Chieti ha sviluppato grande competenza, ponendosi come polo di riferimento per il territorio.

Ad illustrare le “nuove frontiere” della tecnologia medica saranno il professor Luigi Schips (direttore Uoc di Urologia, Ospedale “SS Annunziata” di Chieti) e il dottor Francesco Berardinelli (dirigente medico di Urologia, Ospedale “SS Annunziata” di Chieti).

"Gli impianti di queste protesi - affermano il professor Schips e il dottor Berardinelli - sono risolutivi soprattutto per pazienti oncologici che abbiano subito interventi radicali di prostatectomia, o siano stati sottoposti a Radioterapia o per pazienti con incontinenza di tipo neurologico. Si tratta di impianti minimamente invasivi, con livelli di efficacia ampiamente suffragati da studi clinici e che sono ormai entrati nella pratica clinica quotidiana. Va ricordato - proseguono– che gli impianti di protesi per incontinenza urinaria non vanno riservati ad una esclusiva fascia d’età ma a tutti i pazienti con una vita attiva e che, legittimamente, vogliono recuperare autonomia e benessere“.

L’incontro con gli specialisti, nell’ambito del progetto “Uomo in-forma”, si tiene per la prima volta a Chieti e ha il patrocinio di FINCOPP  (Federazione Italiana incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico). "Siamo contenti - aggiungono il professor Schips e il dottor Berardinelli - di disporre nel nostro ospedale di tecnologie così avanzate che consentono di restituire una buona qualità di vita a tanti uomini. Abbiamo grande competenza in questo tipo di impianti e possiamo intervenire su un vasto numero di pazienti. Purtroppo, per ragioni burocratiche, queste terapie non sono sempre disponibili e accessibili in tutte le Regioni. L’auspicio è che le istituzioni del Sistema Sanitario Nazionale pongano crescente attenzione a queste cure, anche attraverso il potenziamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), così da raggiungere dimensioni soddisfacenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento