rotate-mobile
Politica

"Le ferrovie compaiono e scompaiono a seconda del ciclo elettorale": Calenda critica il governo sulla Pescara-Roma

Il leader di Azione duro con il governo sul raddoppio ferroviario. Interviene anche il senatore del Partito Democratico, Michele Fina

"Le ferrovie che compaiono e scompaiono a seconda del ciclo elettorale rappresentano uno dei tanti scandali italiani. Tra l'altro a queste prese in giro non crede più nessuno".

Così Carlo Calenda leader di Azione ha commentato sui social l'annuncio della premieriGiorgia Meloni al termine della riunone del Cipess oggi 29 febbraio.

A riguardo è intervenuto anche il senatore abruzzese del Partito Democratico, Michele Fina. "Una vecchia e stantia tecnica della peggiore politica è - dice Fina -  quella di asfaltare le strade nei pressi delle abitazioni degli elettori a pochi giorni dalle urne.

In Abruzzo siamo arrivati a questo punto: dopo cinque anni di nulla il governo a dieci giorni dal voto stanzia risorse e promette opere. Anzi fa di peggio: dopo aver tagliato fondi per la ferrovia Roma Pescara pari a 1,5 miliardi, stanzia 700 milioni che spettavano comunque all`Abruzzo e pretende dagli abruzzesi anche gli applausi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le ferrovie compaiono e scompaiono a seconda del ciclo elettorale": Calenda critica il governo sulla Pescara-Roma

ChietiToday è in caricamento